Venerdì 30 Ottobre 2020
area riservata
ASAPS.it su

La storia delle patenti di guida italiane
Prima che il futuro cancelli definitivamente il passato

di Raffaele Chianca*

Si dice che non c’è futuro senza memoria e allora, prima che succeda l’irreparabile, dobbiamo assolutamente ripercorrere la storia delle nostre patenti di guida, lo dobbiamo fare necessariamente ora, prima che scompaiono definitivamente dalla circolazione per effetto della nuova normativa di cui al D. L. 18 aprile 2011, n. 59, attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida (G.U. n. 99 del 30 aprile 2011).
Come tutti ormai sanno dal 19 gennaio 2013 è stata introdotta una nuova patente di guida, si tratta di un nuovo modello con caratteristiche conformi alla recente normativa.
Da quella data tutte le patenti in scadenza saranno sostituite con il nuovo modello, questo vuol dire che nell’arco di dieci anni perderemo tutti i vecchi modelli per rimanere con uno solo.

 

> Leggi l'articolo

 

da il Centauro n. 166

 

 


 

Martedì, 14 Maggio 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK