Mercoledì 17 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su

Incidenti stradali/ Ania: Emergenza pedoni, 11 morti a settimana
Al via Settimana mondiale Sicurezza, "l'ultimo anno 589 vittime"

Foto Blaco - archivio Asasp

ROMA - (TMNews) - "Ogni settimana sulle strade italiane perdono la vita 11 pedoni, che nell'ultimo anno hanno fatto complessivamente registrate 589 vittime e oltre 20mila feriti. Numeri che richiamano l'attenzione su quella che è una vera e propria emergenza sia a livello nazionale, sia a livello mondiale. Non è una caso che, proprio in questi giorni e su questo tema, sia arrivato un appello anche dalle Nazioni Unite". E' l'allarme lanciato dal segretario generale della Fondazione Ania, Umberto Guidoni, intervenendo alla vigilia della seconda Settimana mondiale della Sicurezza stradale, indetta dalle Nazione Unite dal 6 al 12 maggio e che, quest'anno, sarà dedicata alla sicurezza dei pedoni.

 

L'iniziativa rientra nel programma del 'Decennio della Sicurezza Stradale 2011-2020', per il quale le Nazioni Unite hanno fissato l'obiettivo di dimezzare il numero delle vittime per incidente stradale a livello mondiale. A livello statistico, ricorda l'Ania, una persona su quattro che muore negli incidenti stradali nel mondo è un pedone: un totale di 270mila morti ogni anno. In Italia la percentuale è del 15%, ma il nostro Paese risulta uno dei peggiori in Europa, classificandosi al terzo posto per numero di pedoni morti, preceduto solo da Polonia e Romania (Fonte: CARE 2010). Per Guidoni "il confronto con l'Europa e le statistiche mondiali ci debbono spingere ad affrontare il problema della tutela dei pedoni e, più in generale, degli utenti deboli della strada. Per quanto riguarda il nostro Paese, è indispensabile avviare un processo che porti ad un cambiamento radicale del modo di pensare, inculcando una profonda cultura del rispetto delle regole della strada".
 


da tmnews.it

 

Venerdì, 03 Maggio 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK