Venerdì 10 Aprile 2020
area riservata
ASAPS.it su

Autotrasporto nazionale ed internazionale di cose e persone
Prontuario tecnico-operativo commentato ed annotato per l'accertamento delle infrazioni
Edizione Aprile 2013 - di Franco Medri e Maurizio Piraino
Edizioni Sapignoli
Sconti per i soci Asaps

Si tratta di un preziosissimo prontuario – unico nel suo genere – di 1.136 pagine interamente dedicato alla normativa sull’autotrasporto di cose e di persone sia in ambito nazionale che internazionale, utile per un’immediata verifica della legittimità delle operazioni di trasporto che interessano il nostro Paese e la verbalizzazione delle violazioni che disciplinano lo specifico settore.
La nuova edizione del 2013 è aggiornata con:
·  i Regolamenti (CE) nn. 1071, 1072 e 1073/2009 e le relative disposizioni nazionali di applica­zione;
·  la disciplina del cabotaggio consentita dall’1/1/2012 a tutti i vettori comunitari;
·  le direttive interministeriali sul controllo dei tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali;
·  il Decreto Legislativo 16/1/2013, n. 2 (di modifica del Decreto Legislativo 21/11/2005, n. 286, nella parte relativa alla Carta di Qualificazione del Conducente);
·  gli importi delle sanzioni del Codice della Strada aggiornati dal 1° gennaio 2013 dal D.M. 19/12/2012.
Ogni area tematica, prima dell’elencazione delle varie ipotesi sanzionatorie riscontrabili, è preceduta da una parte introduttiva che ne illustra i principali contenuti, dove si è avuto cura di richiamare anche tutte quelle casistiche più «spinose» in cui spesso si imbattono gli operatori addetti ai controlli, in ordine alle quali state riportate numerose note di approfondimento di ordine giuridico, dottrinario, operativo e giurisprudenziale.

 


Allo scopo di facilitare le verifiche stradali nel testo sono state riportate anche le immagini – con tanto di didascalia – dei principali documenti che devono (o possono) essere esibiti dai conducenti (scheda di trasporto, lettera di vettura internazionale «CMR», licenza comunitaria, attestato di conducente, autorizzazioni CEMT, autorizzazioni bilaterali, fogli di viaggio, ecc.).
Completa il lavoro una ricchissima appendice generale comune dedicata ai tempi di guida e di riposo dei conducenti, all’orario di lavoro ed alla carta di qualificazione del conducente (la cui disciplina è radicalmente mutata a decorrere dal 19/1/2013) con numerose tabelle riepilogative sia delle relative disposizioni che del regime sanzionatorio applicabile in caso di loro inosservanza.
 

 

Il prontuario in questione si rileva anche un efficace ed indispensabile strumento formativo e di aggiornamento professionale per tutte le Forze di Polizia e le Amministrazioni che hanno competenza in materia: recentemente, infatti, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno («atteso che in sede europea l’Italia non dà dimostrazione di saper garantire il livello minimo di controlli nei riguardi dei conducenti professionali, circa il rispetto della normativa sociale, in particolare per quanto attiene i tempi minimi di riposo e massimi di guida»), per rafforzare i servizi di controllo nel settore dell’autotrasporto («soprattutto nei riguardi dei vettori che attraversano il nostro Paese per raggiungere i mercati europei o che, in modo fraudolento/abusivo occupano spazi economici di vettori italiani, attraverso forme illecite di cabotaggio in prossimità dei confini nell’area alpina») ha disposto su tutto il territorio nazionale l’attuazione di specifici piani provinciali di controllo coordinati dalle rispettive Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza, con un maggiore coinvolgimento:
·  di tutte le Forze di polizia a competenza generale (Polizia di Stato, in primis la Polizia Stradale che da anni opera congiuntamente agli operatori della Motorizzazione Civile tramite i Centri Mobile di Revisione, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Corpo Forestale dello Stato);
·  delle Polizie locali;
·  di altre Amministrazioni ed Enti comunque coinvolti ratione materiae nei controlli sul mondo dell’autotrasporto (Direzioni Territoriali del Lavoro, Ispettorato INAIL, AUSL, Amministrazioni Provinciali, Capitanerie di Porto, Agenzie delle Dogane, ecc.).

Martedì, 23 Aprile 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK