Giovedì 28 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Guida in stato di ebbrezza - Confisca del veicolo - Sequestro finalizzato alla confisca - Natura giuridica - Successione di leggi nel tempo - “Perpetuatio iurisdictionis” – Conseguenze

(Cass. Pen., Sez. IV, 21 dicembre 2010, n. 44903 )

Il giudice conserva, in virtù del principio della “perpetuatio iurisdictionis”, il potere-dovere, in riferimento al reato di guida in stato di ebbrezza, di delibare la fattispecie al fine di verificare se il sequestro fu eseguito legittimamente e se sussistano le condizioni per disporre la confisca, senza dovere investire il giudice amministrativo della questione a seguito delle modifiche apportate al Codice della strada dalla legge n. 120 del 2010 che ha, in particolare, attribuito al sequestro finalizzato alla confisca “ex” art. 186 comma secondo, lett. c), e 187 cod. strada, natura amministrativa, ed alla conseguente confisca, natura di sanzione amministrativa accessoria.
 

Martedì, 21 Dicembre 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK