Mercoledì 21 Aprile 2021
area riservata
ASAPS.it su

Spagna: le multe arrivano dal cielo
Il sistema radar “Pegasus” per rilevare le velocità installato su un elicottero

Foto di repertorio dalla rete

(ASAPS) Una volta si guardava il cielo per prevedere eventi meteorologici, ora in Spagna gli automobilisti “veloci” dovranno alzare lo sguardo per paura di essere beccati da un autovelox.
È stato presentato in questi giorni dalla equivalente spagnola della nostra Polizia Stradale, la Dirección General de Trafico, il sistema radar Pegasus installato su uno dei 19 elicotteri in sua dotazione.
Il sistema radar “aereo” è in grado di misurare con precisione la velocità dei veicoli in transito sulle strade fino alla velocità di 360 km/h, sperando ovviamente non accada mai di andare vicini alla soglia limite.
Pegasus, una volta individuato il conducente che ha violato i limiti previsti sul tratto di strada, è in grado di far arrivare le foto in tempo reale al Centro Statale Elaborazione Denunce Automatizzate che farà il resto, recapitando a casa dell’automobilista la sanzione prevista nel caso specifico.

 

Il sistema di rilevazione installato sul pattino dell’elicottero è stato prodotto in Canada ed è in grado di rilevare la velocità di un autoveicolo fino alla distanza di un chilometro volando ad una altezza di 300 metri.
La penisola Iberica ha fatto suo il sistema ed ha avuto il merito di capirne l’importanza relativamente alla sua installazione sull’elicottero attraverso uno studio durato più di sei anni e al varo in questi giorni.

 

Il costo dell’apparecchiatura è praticamente identico a quello di un qualsiasi radar fissato su strada ma, a differenza di questo che controlla un punto fisso, quello aereo è in grado di tenere sotto controllo tratti di strada lunghissimi durante le ore di volo.
L’obiettivo delle Autorità spagnole è quello di tenere sotto controllo soprattutto le strade secondarie dove si verifica il 78% degli incidenti mortali. La velocità permessa nella penisola Iberica è di 60 km in città ed 80 km nelle strade extraurbane.
Il sistema di rilevamento della velocità è un importante deterrente che aiuta una circolazione sicura a velocità equilibrate in ragione della tipologia di strada che si sta percorrendo. Speriamo che lo sdoppiamento dell’autovelox cielo/terra non serva soltanto ad elevare un numero maggiore di contravvenzioni, ma aiuti gli automobilisti (per ora solo spagnoli) nella quotidianità riducendo drasticamente il numero di incidenti e di morti. (ASAPS)

 


 

Mercoledì, 27 Marzo 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK