Domenica 20 Giugno 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 18/03/2013

Offese e percosse al nonno Vigile a Chioggia: denunciato 32enne

Foto di repertorio dalla rete

Erano circa le 13.10 di giovedì scorso, quando alla Sala Operativa del Commissariato di P.S. di Chioggia è giunta la segnalazione che in via Strada Madonna Marina, all’altezza dell’istituto scolastico “Nicolò De Conti”, un uomo stava picchiando un anziano.
Sul posto si è recata immediatamente una pattuglia in servizio di controllo del territorio che, sopraggiunta dopo pochi minuti, individuava subito i soggetti protagonisti dell’episodio, ovvero l’aggressore, un uomo in evidente stato di ebbrezza alcolica (il quale riferiva anche frasi sconnesse) e, poco distante, la vittima: un anziano signore del ’48.
Quest’ultimo, con indosso una pettorina arancione e in mano una paletta di segnalazione era in realtà un “nonno vigile”, ovvero la figura di pubblica utilità che ogni giorno aiuta i bambini all’ingresso ed all’uscita di scuola ad attraversare la strada.

 

E proprio per far attraversare la strada ad alcuni scolari il “nonno” ha chiesto ad A.V. di 37 anni di Chioggia, di fermarsi mentre era a bordo della propria autovettura.
L’uomo però non ha preso di buon grado l’invito rivoltogli dall’anziano signore ed ha iniziato a insultarlo, apostrofandolo con frasi ingiuriose per poi giungere anche a colpirlo con calci sul tutto il corpo L’aggressore, originario della provincia di Bari ma residente a Chioggia da anni (e con svariati precedenti di polizia in materia di reati contro la persona, il patrimonio e in ambito sessuale), è stato identificato e contestualmente denunciato per il reato di Resistenza a Pubblico Ufficiale per avere picchiato il nonno vigile, in quel momento incaricato di svolgere un pubblico servizio.
Lo stesso è stato altresì denunciato per avere portato, senza giustificato motivo, fuori dalla propria abitazione, un coltello multiuso a serramanico e sanzionato amministrativamente per ubriachezza.
Al “nonno vigile” sono stati diagnosticati 7 giorni di prognosi presso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino.

 

da poliziadistato.it

 

Lunedì, 18 Marzo 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK