Martedì 15 Giugno 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 13/03/2013

Scontro auto-furgone sulla 125: quattro vittime Morti mamma, gemellini di 5 mesi e un cugino
Nota ASAPS: nel 2012  sulle strade hanno perso la vita 60 bambini. 34 trasportati 57%, 19 pedoni 32%, 4 in bici 7%. 3 bambini erano su ciclomotori
13 bambini sono poi morti prima di nascere in grembo alla madre!

Tragico incidente stradale sulla statale 125, ieri, al bivio per Castiadas a circa due chilometri dalla galleria Santa Barbara. Nello scontro frontale fra un'auto e un furgone sono morte quattro persone: una donna con i suoi due figlioletti e il cugino che era alla guida dell'auto. Oggi, su disposizione del magistrato, il medico legale dovrà fare gli ultimi accertamenti sui corpi e poi le salme verranno trasferite a Sassari, città della famiglia
Il luogo della tragedia - Foto Nicola Belillo

 

> Guarda il servizio telvisivo sull'incidente

 

Un violentissimo acquazzone, la visibilità ridotta al minimo mentre l'auto corre sull'asfalto bagnato. Un'improvvisa perdita di aderenza e poi lo schianto contro un furgoncino che non ha lasciato scampo a una madre, ai suoi due gemellini e al cugino della donna. La nuova strada statale 125 Orientale Sarda si è di nuovo macchiata di sangue.

Nello scontro frontale tra una Polo e un Iveco, avvenuto poco dopo mezzogiorno di ieri a una trentina di chilometri da Cagliari, nel Comune di Castiadas, sono morti l'imprenditrice Sara Pisano, 45 anni di Sassari e da un anno domiciliata a Milano, i suoi due figli di appena cinque mesi, Emma e Francesco Sala, e il cugino Davide Prota, 39 anni originario di Alghero e residente a Sassari, consulente aziendale. Feriti lievemente Ignazio e Daniel Sollai, padre e figlio di 56 e 20 anni, cagliaritani, che viaggiavano a bordo del furgoncino coinvolto nell'incidente.

Gli agenti della Polizia stradale di Cagliari hanno lavorato alcune ore per effettuare i rilievi, mentre la statale è rimasta chiusa a lungo dall'Anas per consentire le operazioni di soccorso e la rimozione dei mezzi. Le cause sono quasi sicuramente da attribuire al maltempo: un fortissimo acquazzone che ha colpito quella zona rendendo la strada particolarmente scivolosa e riducendo la visibilità. Madre e gemellini, che vivevano a Milano, erano appena tornati in Sardegna e il cugino li stava portando in una casa al mare a Costa Rei dove avrebbero trascorso qualche giorno, pare per far conoscere i piccoli ad alcuni parenti che risiedono in zona.

Arrivato all'altezza del comune di Castiadas, su un cavalcavia, Prota avrebbe perso improvvisamente il controllo del veicolo. L'auto, dopo una sbandata, ha invaso la carreggiata opposta proprio mentre arrivata l'Iveco con a bordo padre e figlio che stavano rientrando a Cagliari. L'impatto violentissimo è stato inevitabile. La vettura dopo l'urto è finita contro il guard-rail laterale, schiacciata dal furgone: dell'utilitaria è rimasto solo un ammasso di lamiere. Sul posto sono subito arrivate le ambulanze del 118, gli agenti della Polstrada e i vigili del fuoco. Uno dei due gemelli respirava ancora quando sono arrivati i soccorsi, ma i tentativi di salvargli la vita si sono rivelati inutili. Tutti gli altri invece sono morti sul colpo. Trasportati in ospedale conducente e passeggero del furgone, per loro solo qualche lieve ferita.

 

da unionesarda.it

Mercoledì, 13 Marzo 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK