Domenica 20 Giugno 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 12/03/2013

Cremona
Guida in stato di ebbrezza, convegno della Camera Penale

Foto di Francesco Sessa (da sinistra, Romanelli, Salvalaggio, Bernini, Platè, Savoldi e Massa)

Grande successo di pubblico ha riscosso il convegno organizzato dalla Camera Penale “Sandro Bocchi” di Cremona dal titolo “Guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti: profili istituzionali, prassi operative, aspetti pratici”. L’incontro, che si è svolto nella sala Maffei della Camera di Commercio,  è stato introdotto dal presidente dell’Ordine degli avvocati Anna Salvalaggio e coordinato da Alessio Romanelli, della Camera Penale. Ad intervenire con relazioni di alto profilo giuridico e scientifico sono stati il giudice per le indagini preliminari di Cremona Letizia Platè, Gianluca Savoldi, avvocato del Foro di Brescia, esperto della materia, e Marzia Bernini, tossicologa forense presso l’Istituto di Medicina Legale dell’Università di Brescia. Durante i lavori ha preso a parola anche il presidente ad interim del tribunale di Cremona e presidente della sezione penale Pio Massa, autore di un apprezzato intervento.

 

 

 

La riunione, alla quale hanno presenziato almeno duecento avvocati, si è conclusa con l’auspicio della Camera Penale – prontamente condiviso dai magistrati presenti e dal presidente del Consiglio dell’Ordine – affinché vengano studiati e adottati protocolli finalizzati a semplificare l’iter, spesso assai lungo e complesso, della gran parte dei casi di guida in stato di ebbrezza, soprattutto in funzione della possibilità riconosciuta dal legislatore (art. 186 comma 9 bis del codice della strada) di giungere, attraverso lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità presso strutture convenzionate in sostituzione della pena detentiva e pecuniaria, all’estinzione del reato, al dimezzamento della sanzione accessoria della sospensione della patente di guida e alla revoca della confisca dell’autoveicolo.

 

 

 

L'avvocato Romanelli

 

Il presidente della Camera Penale di Cremona Luca Genesi ha assicurato che la stessa Camera Penale si farà parte attiva per promuovere l’instaurarsi in tal senso di una prassi condivisa da giudici e avvocati che possa, da un lato, semplificare il lavoro degli operatori professionali e, dall’altro, consentire un risparmio di tempo, stress e denaro al cittadino incappato nella disavventura alcolica e … giudiziaria.

 

 

da cremonaoggi.it

Martedì, 12 Marzo 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK