Mercoledì 28 Ottobre 2020
area riservata
ASAPS.it su

Tanti, troppi, i pedoni travolti sulle autostrade e superstrade
53 morti, il 46% erano rimasti col veicolo in avaria per foratura, guasto o mancanza di carburante. Il 43% travolti mentre camminavano (molti stranieri abbandonati da autocarri in transito), il 11% sotto shock per altro incidente.

Foto Blaco - Archivio Asaps

 

(ASAPS) Secondo l'Osservatorio il Centauro - ASAPS nel 2012 sono stati registrati 61 episodi di investimento di pedoni in autostrada o superstrada (20 notturni e 41 diurni). Di questi 42  episodi sono avvenuti in autostrada (69%). In tutto si sono contati 53 morti e 54 feriti. Gli episodi plurimortali sono stati 3.
Le cause investigate hanno permesso di accertare che gli investimenti di pedoni in autostrada o superstrada hanno riguardato nel 46% dei casi conducenti o trasportati di veicoli che avevano forato, o avevano subito un guasto o erano rimasti addirittura senza carburante. Nel 43% dei casi si trattava di pedoni che camminavano lungo l'autostrada o superstrada o svincoli autostradali. In molti casi si tratta di stranieri scesi o abbandonati da altri veicoli o autocarri in transito lungo la rete. L'11% i conducenti o trasportati  travolti in seguito allo shock per un precedente incidente.

 

Sembra incredibile perdere la vita così spesso mentre si cammina a piedi lungo l'autostrada o una superstrada. Questo  testimonia  di quanto sia pericoloso transitare a piedi sulle strade a doppia carreggiata.
In casi di estrema e assoluta  necessità si dovrà camminare lungo il bordo esterno della corsia di emergenza fino alla prima postazione SOS e possibilmente si dovrà indossare il giubbotto retroriflettente, di notte sarà molto utile avere a disposizione una torcia elettrica che dovrebbe fare sempre parte della dotazione della nostra vettura.  (ASAPS)

Mercoledì, 06 Marzo 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK