Domenica 24 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 04/03/2013

TUTOUR,
LA FONDAZIONE ANIA PORTA LA SICUREZZA STRADALE IN AULA

La sicurezza stradale sale in cattedra. La Fondazione ANIA torna a parlare agli studenti delle scuole superiori italiane e lo fa con “Tutour”, un corso sull’importanza del rispetto delle regole al volante che coinvolgerà migliaia di studenti del penultimo e dell’ultimo anno delle scuole superiori. Il tour, che farà tappa in 16 scuole toccando 13 città in 12 diverse regioni italiane, partirà il 4 marzo da Roma per concludersi il 22 a Torino. Nelle due settimane Tutour sarà presente a Caserta, Palermo, Reggio Calabria, Matera, Bari, Pescara, Montevarchi, Prato, Bologna, Padova e Milano. Al mattino gli studenti delle scuole selezionate troveranno ad accoglierli davanti al loro istituto il truck della Fondazione ANIA, equipaggiato con 4 simulatori di giuda.

Prima di cimentarsi nelle prove virtuali, gli alunni saranno coinvolti in una lezione teorica nella quale, grazie alla presenza di di personale della Polizia Stradale, psicologi ed esperti di sicurezza stradale, l’attenzione sarà rivolta ai rischi derivanti dalla guida in stato psicofisico alterato. Verrà spiegato ai giovani come l’uso e l’abuso di alcol e sostanze stupefacenti contribuiscano ad avere una percezione alterata della realtà e del rischio. In aula verranno mostrati video di ricostruzioni di incidenti causati da chi stava guidando sotto l’effetto di alcol o droghe e testimonianze di vittime di incidenti stradali. Una parte importante della formazione, poi, verrà dedicata allo sviluppo di una corretta cultura assicurativa, con particolare riferimento a quelli che sono gli obblighi legali che impongono l’assicurazione per il veicolo, ma soprattutto alla sua funzione di tutela delle vittime di incidente stradale.

Dalla teoria si passerà alla pratica, con gli studenti che potranno provare il simulatore di guida sicura della Fondazione ANIA. Divisi in gruppi, gli alunni seguiranno le istruzioni di un pilota professionista che consentirà loro di misurarsi nelle principali manovre di emergenza e di provare in simulazione gli effetti negativi della guida in stato psicofisico alterato. Tutti gli studenti coinvolti nell’iniziativa avranno la possibilità di accedere al percorso per neopatentati (www.neopatentati.it). Quelli che si iscriveranno e otterranno i migliori risultati, avranno la possibilità di partecipare ad un corso di guida sicura gratuito offerto dalla Fondazione ANIA. 

 

 

 

Lunedì, 04 Marzo 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK