Lunedì 25 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Droga 14/02/2013

Distaccamento Polizia Stradale Villa San Giovanni
Colpo grosso degli agenti che fermano un’auto che nascondeva nel cruscotto tre chilogrammi di cocaina: arrestato il conducente

Foto di repertorio - dalla rete

(ASAPS) Nell’ambito dei normali servizi di vigilanza predisposti dalla Sezione Polizia Stradale di Reggio Calabria, una pattuglia del Distaccamento di Villa San Giovanni ha fermato, nella giornata dell’11 febbraio, una Lancia Y condotta da un 36enne residente a Napoli e diretto in Sicilia.
All’interno del piazzale d’imbarco gli uomini della pattuglia hanno iniziato il rituale controllo dei documenti personali e della vettura notando, contestualmente, un atteggiamento troppo nervoso da parte del conducente e, alla luce della esperienza maturata nel tempo, i poliziotti hanno ritenuto di dover approfondire il controllo con l’ausilio del personale della Unità di P.G..

 

Andando a verificare minuziosamente ogni parte della vettura, gli uomini hanno trovato un incavo ricavato all’interno del cruscotto raggiungibile attraverso un sofisticato sistema automatico a combinazione.
Utilizzando i tasti destinati al controllo dell’areazione dell’abitacolo era possibile sganciare dalla propria sede il contachilometri e accedere poi al vano dove erano nascosti i panetti di cocaina del peso di tre chilogrammi.

 

Il conducente è stato arrestato e posto a disposizione del Magistrato della Procura della Repubblica di Reggio Calabria che ha disposto il giudizio per direttissima e il sequestro sia dell’auto che della sostanza stupefacente.
Le indagini degli uomini della Stradale proseguono per accertare la provenienza e la destinazione della cocaina, forse facente parte di un giro ancora più ampio all’interno del traffico delle sostanze stupefacenti dirette verso l’isola.
Questa volta, però, la professionalità degli uomini del Distaccamento Polizia Stradale di Villa San Giovanni ha avuto la meglio e tre chili di droga non entreranno nel mercato degli stupefacenti provocando dipendenza e morte. (ASAPS)

 

 


 

Giovedì, 14 Febbraio 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK