Venerdì 14 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi 28/01/2013

Nervesa della Battaglia (TV)
Trovato ubriaco alla guida tenta il suicidio dopo il ritiro della patente
Un sovrintendete della Stradale  si tuffa in acqua e lo salva

Giuseppe Gallina: poliziotto che ha salvato camionista suicida © Paolo Balanza

(ASAPS) Un curioso episodio è accaduto giovedì 24 gennaio  a Nervesa della Battaglia (TV) e ha visto protagonisti una pattuglia della Stradale e un camionista fermato per un controllo.
Gli uomini in divisa avevano notato il furgone condotto da un 38enne di Farra di Soligo (TV) procedere a zig zag sulla carreggiata e lo hanno fermato riscontrandogli un tasso alcolemico pari a 1,30, oltre il doppio di quello consentito. La pattuglia ha così iniziato le procedure per il ritiro della patente e il fermo del mezzo. Nel frattempo il camionista faceva una telefonata alla moglie per chiederle di venirlo a prendere ma concludeva la conversazione dicendo di amarla e di volerla fare finita.

 

L’uomo si è poi improvvisamente gettato nelle acque gelide del sottostante canale Vittoria seguito dal sovrintendente della Polizia Stradale Giuseppe Gallina che, pur non sapendo nuotare, si è immerso nel canale per tentare il salvataggio.
Il poliziotto, con trent’anni di lavoro sulle spalle e prossimo alla pensione, è riuscito con fatica a trattenere l’uomo e, con l’aiuto del collega, entrambi sono tornati sani e salvi sulla terraferma.

 

Questo episodio ha la particolarità della “doppia classifica” negli osservatori Asaps: infatti può rientrare sia nella “Guida in stato di ebbrezza” sia nell’osservatorio che ha monitorato i “Salvataggi” effettuati dagli angeli in divisa che, nell’anno 2012, ha visto oltre 300 interventi a favore di uomini, donne, bambini, anziani e animali.
Il camionista di Treviso il 24 gennaio è stato doppiamente salvato dagli uomini della stradale: la prima perché fermandolo gli hanno escluso la possibilità di continuare a guidare con un tasso alcolemico pericoloso per lui e per gli altri utenti della strada che avrebbe incrociato sul percorso, la seconda volta quando i poliziotti lo hanno riportato a riva nel suo tentativo di porre fine alla sua vita con un gesto estremo.
Complimenti al sovrintendente Gallina per la prontezza di riflessi e il coraggio e il senso di altruismo dimostrati.  (ASAPS)

 

 


 

Lunedì, 28 Gennaio 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK