Lunedì 09 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su

INCIDENTE STRADALE, OMISSIONE DI SOCCORSO
La testimonianza della parte lesa è prova sufficiente a carico dell’automobilista che si dà alla fuga

di Ugo Terracciano*

Le dichiarazioni della persona danneggiata e quelle dell’utente che si è allontanato senza prestarle soccorso non hanno lo stesso peso nel processo.
Lo ha affermato – ribadendo una posizione già nota in giurisprudenza – la IV Sezione Penale della Corte di Cassazione, con la sentenza 22 novembre 2011, n. 43019.
La decisione è maturata dopo un lungo iter avviato di seguito ad un incidente stradale a Trieste. Lui guidava un taxi Toyota, lei inforcava un ciclomotore. L’auto, dopo una manovra di sorpasso, aveva invaso la corsia opposta ed aveva stretto sulla destra il ciclomotore urtandolo: il conducente del taxi non si era fermato, anzi aveva accelerato.

 

> Leggi l'articolo

 

da Il Centauro n. 161
 

Martedì, 18 Dicembre 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK