Domenica 15 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Il controllo del superamento dei limiti di velocità e le postazioni di controllo

di R. D’Andreano* e M. Benincaso**
Foto Coraggio - archivio Asaps

1. Premessa.
La sicurezza delle persone nella circolazione stradale rientra tra le finalità primarie di ordine non solo sociale ma anche economico perseguite dallo Stato. Le norme ed i provvedimenti attuativi del nuovo codice della strada si ispirano al principio della sicurezza stradale, perseguendo gli obiettivi di ridurre i costi economici, sociali ed ambientali derivanti dal traffico veicolare, migliorare il livello di qualità della vita dei cittadini anche attraverso una razionale utilizzazione del territorio e migliorare la fluidità della circolazione. Al fine di ridurre il numero e gli effetti degli incidenti stradali ed in relazione agli obiettivi ed agli indirizzi prefissati in sede di Commissione europea, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti definisce il “Piano nazionale per la sicurezza stradale”1: il Piano consiste in un sistema articolato di indirizzi, di misure per la promozione e l’incentivazione di piani e strumenti per migliorare i livelli di sicurezza da parte degli enti proprietari e gestori, di interventi infrastrutturali, di misure di prevenzione e controllo, di dispositivi normativi e organizzativi, finalizzati al miglioramento della sicurezza secondo gli obiettivi comunitari.
Nell’ultimo decennio il legislatore ha cercato di individuare gli strumenti più idonei per ridurre il numero di incidenti stradali e migliorare la sicurezza sulle strade, introducendo, negli anni, provvedimenti volti a contrastare condotte di guida non rispettose dei limiti di velocità.

 

> Leggi l'articolo

 

da Il Centauro n. 160

 


 

Giovedì, 22 Novembre 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK