Domenica 31 Maggio 2020
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi 31/10/2012

Tre episodi di salvataggio che non sono stati purtroppo ripresi col telefonino e non finiranno su Chi l'ha visto?
come il bambino di Padova...
•Genova, tenta di suicidarsi lanciandosi sui binari: donna salvata da due poliziotti
•Trieste Ventiquattrenne si tuffa in mare davanti a piazza Unità d'Italia: salvato dai poliziotti
•Brindisi, poliziotti si feriscono per salvare un aspirante suicida

(ASAPS) Purtroppo questa volta non c'era una manolesta munita di cellulare per filmare questi salvataggi di cui riportiamo la cronaca. Peccato, i filmati potevano magari essere ripresi da Chi l'ha visto? e dai Tg.
Invece gli agenti erano impegnati e non hanno fatto in tempo a filmarsi da soli. Sorry, sarà per un'altra volta!

 



 
Genova, tenta di suicidarsi lanciandosi sui binari: donna salvata da due poliziotti
GENOVA 30.10.2012 - Sono le 7.00 del mattino alla Stazione di Brignole. Sui marciapiedi si affrettano viaggiatori e pendolari, mentre fa ingresso in stazione il treno Intercity diretto a Roma. Improvvisamente appare la figura di una donna che si lascia andare sui binari al passaggio del treno. Sono momenti di panico e, mentre ancora si sente nell’aria lo stridere del sistema di frenatura rapida del convoglio, attivato dal macchinista, un poliziotto dell’Ufficio di Gabinetto della Questura, presente sul marciapiede e libero dal servizio, senza pensarci troppo su si lancia sui binari in soccorso alla donna, seguito da una poliziotta della Polizia Ferroviaria, che aveva appena terminato il turno di lavoro notturno. I due riescono a riportare la donna in salvo sul marciapiede, mentre il convoglio, per fortuna, arresta la propria marcia a cinque metri dai tre. La donna, una 47enne italiana, residente in una località dell’entroterra genovese, ancora in stato di shock, viene condotta negli uffici di Polizia della stazione, dove sopraggiunge un’ambulanza che la conduce in ospedale. Non dà spiegazione del suo gesto, ma si limita a ringraziare il poliziotto, che ha salvato la vita a lei e ad altre persone. I poliziotti apprenderanno poi che da qualche tempo è in cura per una forma di depressione.
 
da genova24.it

 


 

Ventiquattrenne si tuffa in mare davanti a piazza Unità d'Italia: salvato dai poliziotti
Arrivato in barca a un centinaio di metri dalla riva ha attirato l'attenzione dei passanti e si è buttato in acqua vestito

TRIESTE 30.10.2012 - Ha dato alcuni colpi di remi poi, giunto a un centinaio di metri davanti a piazza Unità d'Italia, ha attirato l'attenzione di alcuni passanti e infine, completamente vestito com'era, si è lanciato in acqua. Erano circa le nove di questa mattina. Protagonista del gesto è un afgano di 24 anni. L'uomo è stato salvato da due agenti avvertiti dagli stessi passanti: i poliziotti, arrivati sul posto, si sono tuffati e hanno portato a riva il 24enne. Il giovane, regolarmente residente in Italia, è stato precauzionalmente portato all'ospedale di Cattinara, le sue condizioni non sono gravi ma è ancora da capire il perché del gesto.
 
da gazzettino.it
 



Brindisi, poliziotti si feriscono per salvare un aspirante suicida
BRINDISI 29.10.2012 - Due poliziotti hanno tratto in salvo, sul litorale di Brindisi, un uomo che ha tentato il suicidio collegando il tubo di scappamento della vettura all’abitacolo e che versa attualmente in condizioni gravissime. I due assistenti capo della sezione Volanti, Giovanni De Matteis e Antonio NicolÌ, si sono feriti alle braccia per estrarre il 40enne, ormai privo di sensi, dall’Alfa 147 che era parcheggiata in zona Granchio Rosso e aveva tutte le sicure abbassate. Hanno infatti dovuto rompere i finestrini e si sono procurati lesioni guaribili rispettivamente in 10 e 20 giorni di prognosi. E’ invece ricoverato nel reparto di Rianimazione l’aspirante suicida, sposato con tre figli, dipendente di una ditta di autotrasporti. Non sono ancora chiare le ragioni del gesto.
 
da quotidianodipuglia.it

 

 


 

Mercoledì, 31 Ottobre 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK