Mercoledì 19 Giugno 2019
area riservata
ASAPS.it su
Comunicati stampa 29/10/2012

Ogni tanto ci ascoltano...
La Commissione ambiente ha bocciato i "Cieli bui"
Il provvedimento che prevedeva di spegnere i lampioni in città per risparmiare cancellato dal ddl stabilità. Sì invece all'ammodernamento degli impianti

Foto di repertorio dalla rete

(ASAPS) Avevamo lanciato il nostro allarme corredato di dati e riflessioni già il 10 ottobre scorso con una nostra presa di posizione che non lasciava adito a dubbI:
Preoccupazione dell’ASAPS  per l’Operazione Cieli Bui che significherà anche strade più buie.
Inevitabile l’aumento di incidenti notturni soprattutto per pedoni e ciclisti

In tanti avevano recepito la nostro allarme. Altri ci avevano criticato, soprattutto quello che si preoccupano -  anche con le loro ragioni - dell'inquinamento luminoso. Però in alcuni casi si era arrivati a sostenere che  le strade buie sono più sicure. Veniva portata avanti questa  tesi accompagnandola con l'esempio di alcuni paesi europei, come il Belgio,  che avevano spento l'illuminazione  in molti tratti autostradali.
Ma noi come ASAPS avevamo lanciato l'allarme per la sicurezza soprattutto dei pedoni e dei ciclisti. Sì insomma, proprio due categorie che in autostrada "normalmente" non ci sono.
Per non parlare poi dell'aspetto connesso alla consumazione di reati. In questo caso c'era chi sosteneva che i ladri preferivano la luce...
Insomma era una gara dura spiegare che esistono anche reati contro la persona e non solo quelli contro il patrimonio.
Però alla fine anche i sindaci e i questori hanno sposato la nostra tesi e i Cieli saranno forse meno illuminati, ma non saranno buoi... (ASAPS)

Lunedì, 29 Ottobre 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK