Giovedì 26 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su

Guida in stato di ebbrezza- Modifiche introdotte dal D.L. n. 117/2007 -Autonomia delle fattispecie incriminatrici - Sussistenza.
Guida in stato di ebbrezza - Accertamento - Modalità - Alcooltest - Necessità - Esclusione.

(Cass. Pen., Sez. IV, 4 dicembre 2008, n. 45122)

Le diverse fattispecie introdotte, rispettivamente, alle lettere a), b) e c) del secondo comma dell’art. 186 cod. strada dal D.L. n. 117 del 2007, costituiscono autonome ipotesi incriminatrici, come emerge dalla previsione di pene differenziate in ragione della diversità del tasso alcolimetrico accertato.
Ai fini della contestazione del reato di cui all’art. 186 cod. strada, anche dopo le modifiche introdotte dal D.L. 3 agosto 2007, n. 117, lo stato di ebbrezza del conducente del veicolo può essere provato con qualsiasi mezzo e non necessariamente attraverso il test alcolimetrico previsto dal regolamento di attuazione dello stesso codice.

Giovedì, 04 Dicembre 2008
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK