Mercoledì 01 Dicembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

"Ripartiamo in sicurezza"
L'iniziativa di ASAPS e UNIPOL con la donazione  di 100 seggiolini per bambini alle giovani coppie di  5 comuni delle zone terremotate dell'Emilia.
Nei primi 8 mesi del 2012  in Italia hanno perso la vita 45 bambini da 0 a 13 anni, 31 erano trasportati (68%)

E' molto difficile parlare in un unico contesto di incidenti stradali, terremoti e buone notizie. Ma una volta tanto non vogliamo cominciare con i dati e le percentuali di incidenti dell'Osservatorio il Centauro - ASAPS, ma proprio con una buona notizia.
Venerdì 14 settembre un convoglio dell'ASAPS si recherà nelle zone terremotate dell'Emilia per consegnare 100 seggiolini nuovi ( Bébé Confort – Dorel, azienda leader in Italia e in Europa nella produzione e vendita di seggiolini per bambini)  per il trasporto in auto di bambini,  a 5 comuni dell'area colpita dal sisma.
L'associazione che cura numerosi Osservatori della incidentalità stradale come la pirateria, i contromano, le aggressioni alle divise, incidenti del fine settimana e appunto incidenti che coinvolgono i bambini, è riuscita per una volta ad andare oltre. Ricordiamo che nei mesi scorsi l'associazione forlivese aveva lanciato la proposta di un mercato dell'usato dei seggiolini per bambini e di un abbattimento dell'IVA dal 20 al 4% per sostenere le famiglie e la sicurezza dei loro piccoli.


Per questo ASAPS si è fatta promotrice dell'iniziativa "Ripartiamo in sicurezza" e col determinante contributo di Unipol  e Fondazione Unipolis, nell'ambito del progetto Sicurstrada, ha pensato di acquistare 100 seggiolini per bambini che saranno distribuiti a cura dei sindaci alle giovani coppie nei comuni di: Cavezzo, Novi di Modena, Concordia sul Secchia, Mirandola e Finale Emilia.
Il convoglio costituito da un fuoristrada e da un autocarro contenente 5 bancali da 20 seggiolini l'uno sarà accompagnato dal presidente dell'ASAPS Giordano Biserni, dal Responsabile Etico e CSR, direttore della Fondazione Unipolis Walter Dondi e dal consigliere nazionale ASAPS Roberto Rocchi che ha curato i contatti con le amministrazioni locali.
Alla consegna dei seggiolini nei 5 comuni sarà presente un rappresentante della giunta o il sindaco.


Non possiamo però non ricordare che nei primi 8 mesi del 2012 secondo l'osservatorio il Centauro - ASAPS hanno già perso la vita sulle strada già 45 bambini da 0 a 13 anni e ben 31 di questi erano trasportati (68%), 12 erano pedoni, e 2 ciclisti. Nei 534 incidenti significativi registrati, hanno riportato lesioni 649 piccoli. Il 40% degli incidenti che coinvolgono bambini si verifica nelle aree urbane, il 37% sulle statali e provinciali e il 7% sulle autostrade. Per una parte dei sinistri non è stato possibile accertare l'esatta tipologia della strada.
L'età che ha visto il maggior numero di vittime è quella della fascia da 0 a 5 anni con 23 vittime (51%), segue la fascia 6-10 anni con 15  (33%) e  infine quella da 11 a 13 con 7 vittime (16%).
L'iniziativa di oggi di ASAPS e Unipol - Fondazione Unipolis, con la donazione dei 100 seggiolini ad altrettante giovani famiglie vuole essere un chiaro segnale di solidarietà, per una grande voglia di ripartenza, in sicurezza dopo il terremoto della scorsa primavera.
 


Forlì, lì 13 settembre 2012
 
Giordano Biserni
Presidente ASAPS

 

 



 

Giovedì, 13 Settembre 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK