Domenica 09 Maggio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/08/2012

In morte di Maurizio Zanella (Ass.capo della Polizia Stradale)

L' Assistente capo Maurizio Zanella


Se il traffico scorre, la morte non fa notizia.
Fa notizia lo spread, fa notizia l’errore fatale di un medico, l’ira sconsiderata di un giornalista che s’incazza in tv e comincia a imprecare contro tutti.
Fa notizia un fustaccio tatuato a cui continuano tutti a ritirare la patente o il vascello di un magnate russo che attracca sulla Costa Smeralda.
Ma quante patenti ha?
Ma non c’è la crisi per i ricchi?
Fa notizia l’ubriaco che gabba la legge dando a bere a qualche giudice che in realtà l’etilometro era impazzito di colluttorio, fa notizia perfino il fatto che il fisico di Beckam non riempie più gli spalti degli stadi americani.
Tutto è buono a far scorrere i titoli, perfino la notizia che un cane e un gatto si litigano l’hamburger del padroncino americano.
La morte di Maurizio invece non interessa ai media, nemmeno se uno prova a spiegare che la sua vita è stata stroncata mentre lavorava e che non è solo un incidente stradale.
C’è una famiglia che perde un marito e un padre, c’è un lavoro che si conferma tra i più pericolosi e spietati; ci sono un amore, una dedizione e un coraggio che nessuno, o pochi, riusciranno a cogliere.
La storia di Maurizio Zanella è la storia di un uomo cancellato con un colpo secco che non fa rumore, impresso nell’immagine sfocata del fumo di una scarpata in fiamme, perduto nell’istantanea scattata da una compattina digitale, destinata a riprodursi nell’hard disk di un computer della Sottosezione Polizia Stradale di Vasto e nella memoria sconvolta dei suoi colleghi chiamati a soccorrerlo; a vederlo esanime a terra e a prendere le misure tra ciò che resta di lui e la palina chilometrica dell’A14; a dire ai suoi familiari che stasera non torna e che non lo farà mai più.
Se voi questo rumore non lo volete sentire, sappiate che a noi questo rumore ci assorda.
(ASAPS)

 

 

 

 


 

Venerdì, 31 Agosto 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK