Mercoledì 11 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Proprietario Sì…ma solo sulla carta!
Divieto di intestazione fittizia dei veicoli, art. 94-bis C.d.S.

di Raffaele Chianca* e Gianluca Fazzolari**
Foto Coraggio - archivio Asaps

Nel non troppo lontano 2009 il nostro Presidente, Giordano Biserni, aveva già fiutato il “problema” intervenendo sul diffuso malcostume tutto italiano delle intestazioni fittizie, dichiarando: “Si possono commettere furti, rapine o truffe anche circolando con una macchina pulita. Vetture prive di assicurazione o con polizza falsa incrementano il fenomeno della pirateria stradale: dopo il sinistro non mi fermo, scappo. Rilevano la targa? Vadano a parlare con il barbone della stazione, la casalinga di Bergamo o il drogato della Garbatella. Nessuno riscuoterà dall’assicurazione il prezzo di una vettura inesistente”.

 

Quanti sono i veicoli che circolano in Italia con intestazioni fittizie è un dato che non conosciamo e che molto probabilmente non sapremo mai! … l’unica certezza è che, sicuramente, si tratta di diverse migliaia, intestati a prestanome, nomadi, persone decedute, o addirittura a sprovveduti che non sanno neppure di esserne i proprietari!

 

> Leggi l'articolo

 

da il Centauro n. 159

Martedì, 21 Agosto 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK