Martedì 25 Febbraio 2020
area riservata
ASAPS.it su

Incidenti del fine settimana nel primo semestre del 2012
Andamento ancora positivo: diminuiscono gli incidenti (-13%), le vittime (-16,3%) e i feriti (-16%)
Netto calo anche per i morti di notte (-24,4%) e fra i giovani (-13,8%)
Finalmente il segno meno anche per i mortali fra i motociclisti (-17,8%)

Foto Blaco - Archivio ASAPS

(ASAPS) - Nei primi 6 mesi del 2012 i dati del Servizio Polizia Stradale, relativi all’ incidentalità del fine settimana, evidenziano un andamento decisamente positivo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Con una inversione di tendenza (Finalmente!) anche per gli incidenti mortali ai dueruotisti.
I dati, lo ricordiamo sempre, sono riferiti ai soli rilievi effettuati dalla Polizia Stradale e dai Carabinieri. A questi si dovranno poi aggiungere i dati dei rilievi di incidenti effettuati dalle Polizie Locali che potrebbero raffreddare il sentimento positivo che emerge dalla lettura dei numeri ufficiali del Servizio Polizia Stradale.  Diciamo subito che il numero degli incidenti, 17.175 è diminuito sensibilmente rispetto ai  19.736 dello stesso semestre del 2011, con un calo di 2.561 sinistri pari a un -13%. Il numero dei feriti è passato da 15.500 a 13.015, con 2.485 ingressi in meno in ospedale, pari a un -16%.
Ancora più significativo il dato riferito ai decessi passati dai 559 del 2011 a 468 nel primo semestre del 2012, con 91 vittime in meno e una diminuzione del 16,3%. Se andiamo poi a verificare il numero dei decessi fra i giovani sotto i 30 anni osserviamo che in questo caso siamo passati da 195  morti nel 2011 a 168 nei primi 6 mesi del 2012 (ricordiamo che solo nel 2010 le vittime fra i giovani erano ancora 232), 27 lenzuoli bianchi in meno e un calo del 13,8%.
Positivo anche il dato riguardante la mortalità notturna. Si è passati da 168 decessi nel primo semestre del 2011 a 127 nel 2012 con 41 vittime in meno e una flessione del 24,4%. Il primo semestre del 2012 poi si contraddistingue finalmente anche per una inversione di marcia della mortalità fra i conducenti e trasportati dei veicoli a due ruote, motociclisti in testa. Nel 2012 si sono registrati 157 incidenti fatali, contro i 191  dell’anno scorso, con un decremento di 34 decessi pari a -17,8%.                                                                                                                          
Per quanto riguarda l’investimento dei pedoni, nei primi sei mesi dell’anno nei week-end hanno perso la vita 33 persone, con un calo del 15,4%, rispetto ai 39 del primo semestre 2011, mentre la perdita di controllo del veicolo da parte del conducente sfiora il 40% del complessivo degli incidenti.

Forlì, lì 17 luglio 2012


Giordano Biserni
Presidente ASAPS



 

Giovedì, 19 Luglio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK