Mercoledì 17 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su

TerreMOTO 2
Un altro fine settimana segnato da numerosi incidenti ai moticiclisti. 15 mortali secondo i dati del Serivizio Polizia Stradale, il 75% del totale di 22 decessi del week end
Ma con i rilievi delle Polizie Locali sono più di 20 vittime fra i due ruotisti

Foto Blaco - archivio Asaps

(ASAPS) Anche il terzo fine settimana di giugno non ha fatto tirare il fiato. Secondo i dati del ministero dell'Interno, secondo i rilievi della sola Polizia Stradale e dei Carabinieri si sono contati 15 incidenti mortali dei motociclisti e dueruotisti in genere, in pratica il 75% del totale di 22 decessi del week end.
A questi si devono poi aggiungere i rilievi delle Polizie Locali e si arriva purtroppo ado ltre 20 motociclisti morti. Un dato assurdo. Noi non lo vogliamo commentare, riportiamo come la settimana scorsa l'elenco con la cronaca  degli incidenti più gravi.



Lavinio: auto contro moto, muore il 16enne Leonardo Loreti

Il giovane, a bordo di una moto 125, si è scontrato con un'auto. Fatale l'impatto con l'asfalto. Con lui la sua fidanzata, ricoverata a Nettuno
15.06.2012 - Leonardo Loreti, 16 anni, è morto in un incidente stradale avvenuto a Lavinio. Il giovane viaggiava a bordo di uno scooter 125 con la sua fidanzata quando si è scontrato con un'auto. L'impatto, avvenuto in via di Valle di Schioia, ha fatto sì che Loreti finisse sull'asfalto. L'impatto è stato fatale: il giovane è infatti morto praticamente sul colpo. La sua giovane fidanzata è stata ricoverata agli Ospedali Riuniti Anzio-Nettuno e, a quanto sembra, oltre a varie fratture avrebbe perso anche un dito. Sul luogo dove è avvenuto lo scontro si sono fermate moltissime persone, anche perché il giovane era molto conosciuto a Lavinio, essendo figlio di un commerciante. Tutta da accertare la dinamica dell'incidente. Interrogato fino a tarda sera dai carabinieri della compagnia di Anzio un anziano sempre di Anzio che era alla guida dell'automobile coinvolta nell'incidente.
 
Fonte della notizia: romatoday.it



Incidente mortale in via Valderoa, perde la vita un centauro

Sul posto i vigili urbani e un'ambulanza. Indagini in corso per definire la dinamica
di Perla Tegofenti
15.06.2012 - Impatto mortale all’incrocio tra via Valderoa e via Serino dove, intorno alle sette, uno scooter è andato a scontrarsi contro una Ford C-Max. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani e il personale del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Poco chiara la dinamica. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che l’uomo al volante del motociclo, dopo l’impatto, sia stato sbalzato dal mezzo urtando prima contro un muro e poi sull’asfalto. Indagini tuttora in corso. E' purtroppo l'ennesima vittima della strada a Fiumicino, città che sta pagando un tributo alto rispetto alla sicurezza stradale. Molto è stato fatto, anche con le famose "rotonde" spesso oggetto di critiche (per gli investimenti non sempre oculati) e di ironia, ma pur sempre un valido aiuto rispetto alla sicurezza di chi sta per strada; molto ancora c'è da fare sul versante dell'illuminazione, degli affacciamenti a raso sulle strade e della segnaletica. Resta il fatto che la città di Fiumicino piange oggi un'altra vittima. E poi, insistere sull'educazione stradale, a partire dalle scuole.

Fonte della notizia: ilfaroonline.it



Scontro auto-moto: muore centauro ventisettenne

RAVENNA 15.06.2012 - Oggi alle ore 20.00 circa, in località Bastia, precisamente in via Petrosa all'intersezione con via della Bastiola, a seguito di uno scontro tra un'autovettura Nissan condotta dal ravennate V.F. e un ciclomotore Piaggio, ha perso la vita il conducente del ciclomotore Nicolas Barzanti di 27 anni. La dinamica dell'incidente è al vaglio della Polizia Municipale di Ravenna, ufficio Infortunistica Stradale, intervenuta sul posto per i rilievi del caso con l'ausilio di personale della Vigilanza di Quartiere.  Sul posto anche un'ambulanza e un elicottero del 118 ma per il giovane non c'è stato niente da fare.
 
Fonte della notizia: ravennanotizie.it



Incidenti stradali a Modica. Ferite una studentessa e una pedone

15.06.2012 - Una studentessa di 15 anni è rimasta ferita a seguito di un incidente stradale avvenuto in Corso Umberto, all’altezza dell’Istituto Magistrale. La giovane, A.V., era alla guida di un ciclomotore quando si è scontrata con un motociclo condotto dal trentaduenne S.P., modicano. Dopo l’impatto la minore è finita contro alcuni ciclomotori in sosta provocando il cosiddetto effetto “domino”. I due sono riscorsi alle cure del Pronto Soccorso(la giovane è stata trasportata in ospedale dal 118). La studentessa ha riportato una prognosi di trenta giorni, mentre il trentaduenne se l’è cavata in sette giorni. Un secondo incidente si è verificato ieri sera intorno alle 20,30 sulla Circonvallazione Ortisiana. Un’autovettura Lancia Y, condotta da G.D., 65 anni, di Santa Croce Camerina ma residente a Modica, è rimasta coinvolta in un sinistro con una pedone, R.M., 43 anni, modicana. Il 118 ha provveduto a trasportare la donna al Pronto Soccorso e successivamente, questa, è stata dimessa con prognosi di sette giorni. I due incidenti sono stati rilevati dal Nucleo di Pronto Intervento della Polizia Locale che sta procedendo agli accertamenti per stabilire le dinamiche e le eventuali responsabilità.
 
Fonte della notizia: radiortm.it



Due motociclisti feriti in tre ore

Un cinquantenne si è scontrato con un’automobile davanti a Fiabilandia intorno alle 11. Un 41enne invece è finito contro un palo in via della Repubblica verso le 14

RIMINI 15.06.2012 - Due motociclisti sono rimasti feriti in altrettanti incidenti stradali a Rimini. Il primo è avvenuto intorno alle 11 davanti a Fiabilandia, in via Flaminia. Davanti al civico 387 di via Flaminia, un motociclista di 50 anni si è scontrato con un'automobile. Le condizioni del centauro, subito dopo l'impatto, sembravano molto garvi, tanto che il 50enne era stato trasportato con codice di massimo gravità all'Infermi, ma una volta arrivato al pronto soccorso è stato dichiarato non in pericolo di vita. Rilievi della polizia stradale di Rimini.
Il secondo incidente è avvenuto dieci minuti prima delle 14 in via della Repubblica. Un motociclista, per cause ancora al vaglio della polizia municipale, ha perso il controllo del proprio mezzo andando a sbattere contro un palo all'altezza del civico 41. Il centauro, M.C. di 41 anni, è stato poi trasportato all'ospedale Infermi con lesioni gravi.
 
Fonte della notizia: romagnanoi.it



Piossasco, centauro di Beinasco muore contro un trattore

PIOSSASCO 16.06.2012 - Ennesimo incidente sulla pericolosissima Sp 6: ieri sera, poco dopo le 20, ha perso la vita Davide Arvia, elettricista 30enne di Borgaretto. Era in sella alla sua Ktm quando si è schiantata contro un trattore che attraversava la Provinciale in prossimità di Regione Duis a Piossasco. Per il giovane centauro non c’è stato nulla da fare. Inutile la frenata, dopo aver notato l’ostacolo pararsi davanti a lui. La moto si è schiantato contro la ruota del mezzo agricolo. Sotto shock il giovane agricoltore alla guida del trattore.
 
Fonte della notizia: ecodelchisone.it
 
Incidenti stradali, due motociclisti in codice giallo all’ospedale San Paolo
MILLESIMO 16.06.2012 - Mattinata sostanzialmente tranquilla sulle strade della provincia, nonostante un traffico abbastanza sostenuto a causa dell’afflusso di turisti per questo fine settimana soleggiato. Poco dopo le ore 11 un incidente stradale si è verificato a Millesimo, lungo la strada Provinciale per Murialdo. Una moto si è scontrata con un’auto. Ad avere la peggio è stato il centauro che è stato condotto in codice giallo all’ospedale San Paolo di Savona. Il conducente dell’auto è stato portato all’ospedale di Cairo per accertamenti. I soccorsi sono stati prestati dalla Croce Rossa di Millesimo. In precedenza, intorno alle 10,40, un motociclista è caduto sull’A10, nel tratto tra Spotorno e Savona. Sono state allertate la Croce Bianca di Noli e la Croce d’Oro di Albissola Marina. Sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco di Savona. Il protagonista dell’incidente è stato trasportato in codice giallo al pronto soccorso del San Paolo.
 
Fonte della notizia: ivg.it



Incidenti stradali:51enne perde la vita su litorale di Eboli
Sottufficiale Aeronautica in moto si schianta contro camion

SALERNO, 16 GIU - Un sottufficiale dell'Aeronautica Militare di 51 anni, di Nocera Inferiore (Salerno) ha preso la vita in un incidente stradale avvenuto sulla litoranea di Eboli. La collisione e' avvenuta stamani in localita' Campolongo, nel Salernitano, mentre l'uomo viaggiava in sella alla sua moto assieme alla moglie, rimasta miracolosamente illesa. L'impatto e' avvenuto contro un mezzo pesante, mentre il sottufficiale stava effettuando un sorpasso. Il traffico per le localita' balneari del Cilento ha subito notevoli rallentamenti.
 
Fonte della notizia: ansa.it



Incidente in corso Moncalieri: ventenne in ospedale

Un ragazzo di ventenne ha perso il controllo della moto che guidava, andando a sbattere contro un'auto in sosta. Portato d'urgenza al Cto è stato immediatamente operato

Sabato 16 giugno, alle ore 16.30 circa, in corso Moncalieri 299, si è verificato un grave incidente stradale. Improvvisamente un motociclista, che percorreva il corso in direzione interno città, ha perso il controllo del suo motociclo KTM ed è andato a sbattere contro un'auto in sosta regolare.
Andrea P. di anni 20 è stato trasportato al Pronto Soccorso dell'Ospedale C.T.O. dove è stato immediatamente operato: i Medici hanno emesso referto di prognosi riservata. Gli Agenti della Squadra Infortunistica della Polizia Municipale, che hanno rilevato l'incidente, sono alla ricerca di testimoni per stabilire l'esatta dinamica dell'accaduto (tel. 0114426509/10).
 
Fonte della notizia: torinotoday.it



Moto contro un furgone in Varesina: grave ragazzo

16.06.2012 - Anche questo sabato parte male. Con una raffica di incidenti sulle strade del comasco, alcuni anche dalle conseguenze abbastanza serie dalle prime notizie. Como il violento schianto avvenuto alle 10 in via Varesina a Como: un furgone ed una moto coinvolte. La peggio è toccata al centauro (del quale ancora non si conoscono le generalità), poi soccorso dall'ambulanza del 118 e trasferito all'ospedale Sant'Anna. La prognosi è riservata dalle prime notizie, il suo quadro clinico molto serio. E' grave e lotta per la vita. Ferita - ma non in modo grave - l'amica che viaggiava sul sellino potseriore: si tratta di ragazzi giovani.
Altro incidente nella notte sulla Regina a Griante. Poco dopo la mezzanotte, infatti, due ragazzi sono stati urtati e gettati a terra mentre stavano attraversando la strada. Rilievi e circostanze ancora in fase di accertamento da parte dei carabinieri. I due pedoni, tra cui un 18enne della zona, portati in osservazione all'ospedale di Gravedona.
 
Fonte della notizia: ciaocomo.it



Cernusco: tragico incidente Muore un motociclista

CERNUSCO 16.06.2012 - Gravissimo incidente questo pomeriggio a Cernusco: un motociclista di 39 anni, residente a Lomagna, ha riportato un serio trauma cranico ed è morto poco dopo essere stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Mandic di Merate. Ancora da definire, al momento, l'esatta dinamica dell'incidente: sono in corso gli accertamenti dei carabinieri. A quanto si è appreso, la moto si sarebbe scontrata contro un'auto lungo la Super 342. Aggiornamenti e particolari nelle prossime ore
 
Fonte della notizia: laprovinciadilecco.it



Perde il controllo della moto e si schianta: muore 36enne di Prossedi

Un centauro esce di strada e finisce addosso a un cippo miliare. L'incidente è avvenuto ieri mattina nei pressi di Amaseno: Armando Cipolla è morto poche ore dopo all'Umberto I

17.06.2012 - Un tragico incidente in moto a pochi passi da casa. Un impatto fatale con un paracarro posto sul bordo della strada, tanto violento da far volargli il casco. E un'altra vita spezzata, a soli 36 anni. Così è morto ieri Armando Cipolla, centauro di Prossedi uscito di strada sulla provinciale Guglietta - Vallefratta, nei pressi di Amaseno (Frosinone). L'uomo, che abitava in una zona proprio al confine tra Prossedi e Amaseno, era di ritorno dalla cittadina ciociara quando ha perso il controllo della sua maximoto, una Ducati Monster. È quindi sbalzato dalla due ruote finendo addosso a un cippo miliare. Gravissime le conseguenze dell'impatto, nel quale il centauro ha riportato un profondo trauma cranico. A lanciare l'allarme sono stati alcuni abitanti della zona, che hanno avvertito il forte boato prodotto dall'incidente. Dopo le prime cure dei sanitari del 118, sul posto si è portata anche un'eliambulanza, che ha trasportato il ferito presso l'Umberto I di Roma. Armando Cipolla è spirato nel nosocomio romano attorno alle 14 di ieri: troppo gravi le ferite riportate al cranio e al torace. Lo sfortunato motociclista lavorava come operaio in una fabbrica di Latina scalo. Si sarebbe dovuto sposare tra pochi mesi.
 
Fonte della notizia: latinatoday.it



In moto contro un muretto a secco. Muore centauro 41enne

Ancora una vittima sulle strade del Salento. A perdere la vita, un uomo di 41 anni originario di Copertino ma residente a San Pietro, Luca Lazoi. Il terribile impatto è avvenuto questa mattina, poco dopo le 9, in località Pezzune

SAN PIETRO IN LAMA 17.06.2012 - Ancora sangue e ancora una vittima lungo le strade del Salento. Una calda domenica di giugno dal sapore estivo, capace di attirare tanta gente e tante famiglie lungo le strade della penisola, si è trasformata nell'ennesima giornata di morte. teatro della tragedia, la strada che conduce da San Pietro in Lama a Copertino, una manciata di chilometri di asfalto circondati dalla campagna. A perdere la vita, un uomo di 41 anni originario di Copertino ma residente a San Pietro in Lama, Luca Lazoi. Il terribile impatto è avvenuto questa mattina, poco dopo le 9, in località Pezzune. L'uomo, che viaggiava a bordo della sua moto, ha perso il controllo del mezzo, andando a urtare violentemente contro un muretto a secco che costeggia la strada interna. Un terribile impatto che non ha lasciato scampo allo sfortunato centauro. Lazoi, oltre che un grande amante delle due ruote, era un motocilcista esperto. Una passione che condivideva con i tanti bikers sparsi nel Salento, atraverso uscite e moto raduni. Lo scorso 18 settembre aveva partecipato a un motomemorial in ricordo di altri due centauri vittime della strada: Diego Perrone e Gianni Montinari. Il 41enne è stato soccorso pochi minuti dopo dal personale del 118, allertato da alcuni automobilisti di passaggio. I medici, però, non hanno potuto fare altro che costatare il decesso. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di San Pietro in Lama, al lavoro per ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Secondo una prima ipotesi, che dovrà essere suffragata dai riscontri dei militari dell'Arma, alla base dell'incidente potrebbe esserci un'errata manovra o un sorpasso azzardato.
 
Fonte della notizia: lecceprima.it



Scontro all'incrocio tra Classicana e Dismano, gravi due 30enni

Ancora un grave incidente a Ravenna, questa volta sulla Ss16 Adriatica, all'incrocio con la via Dismano. Coinvolti un'automobile e una moto, che si sono scontrati all'intersezione tra le due arterie stradali. Feriti gravi due 30enni
RAVENNA 17.06.2012 - Ancora un grave incidente a Ravenna, questa volta sulla Ss16 Adriatica, all'incrocio con la via Dismano. Coinvolti un'automobile e una moto, che si sono scontrati all'intersezione tra le due arterie stradali. Il fatto si è verificato domenica mattina attorno alle 9.30. Nell'incidente sono rimasti gravemente feriti un ragazzo e una ragazza, entrambi di 30 anni, trasferiti al pronto soccorso dell'ospedale "Santa Maria delle Croci" di Ravenna. Per i rilievi di legge sono intervenuti sul posto un'auto medicalizzata e due ambulanze del 118, nonchè una pattuglia dei Carabinieri per i rilievi di legge.
 
Fonte della notizia: ravennatoday.it



Moto contro auto ai “Pagani”: perde la vita operaio neretino

di Paola De Pascali
NARDO’ (Lecce) 17.06.2012 – Un tragico schianto sull'asfalto questa mattina intorno alle 10.30,  ha fatto perdere la vita ad un centauro di Nardò, Gianni Potenza di 38 anni. Teatro dell’incidente, la strada della Pagani-Posto di Blocco, molto trafficata in quanto conduce alle marine. La dinamica ancora in fase di ricostruzione, avrebbe visto coinvolte una moto di grossa cilindrata, Yamaha, Fz1, ed una Lancia Y 10 di colore celeste. Nel momento in cui si scrive si stanno cercando elementi utili per ricostruire l'esatta dinamica del sinistro. Secondo alcuni testimoni ascoltati dai carabinieri della locale stazione, sembrerebbe che la vettura si stesse immettendo nella carreggiata e in quel momento sopraggiungeva il centauro che procedeva in direzione "Posto di Blocco" - Nardò. Pertanto, l’uomo alla guida della moto è andato a sbattere sulla fiancata laterale sinistra della vettura. Il 38enne è finito per terra in una pozza di sangue. Alcuni medici che si sono trovati sul posto hanno tentato di rianimarlo, ma il suo battito non c’era più. Pare che nel fatale impatto sia stato colpito alla vena femorale dal serbatoio, recidendola. Il dissanguamento abbastanza rapido perciò, potrebbe avere causato il decesso.  All’arrivo dei soccorsi vani sono stati i tentativi di rianimarlo. Illeso, ma alquanto scioccato l’anziano alla guida della vettura, padre dell'assessore Giancarlo Marinaci. Gianni Potenza, faceva l'operaio per una nota ditta di scavi di Nardò. Strazio e dolore per questa tragedia che ha segnato la vita dei suoi familari che increduli si sono precipitati sul luogo dell'accaduto. Gianni lascia sua moglie e due figlie in tenera età. Sul posto sono giunti carabinieri, polizia municipale e di stato che hanno provveduto a rilevare l'entità dell'accaduto e a ripristinare la vaibilità stradale in un punto nevralgico della Città che conduce alle marine Santa Maria e Santa Caterina.   Intanto sull’accaduto si leva un vento polemiche sulle condizioni della strada Pagani-Posto di Blocco in quanto non sarebbe la prima volta che semina vittime sull'asfalto. Sei anni fa, perse la vita un benzinaio che stava tornando da lavoro.  Walter Gabellone dell’associazione “Alla Conquista della Vita” ha dichiarato senza mezzi termini: “Ribadisco ancora una volta che su questa strada debbano essere posti dei rallentatori in modo da attenuare la velocità. Eppoi, non è ammissibile che il 118 arrivi con venti minuti di ritardo in una emergenza del genere dove anche un minuto può salvare la vita”.
 
Fonte della notizia: ilpaesenuovo.it



Esce di strada con la moto Muore sul colpo al Mortirolo

17.06.2012 - Tragico incidente ieri pomeriggio sul Mortirolo nel quale ha perso la vita un motociclista torinese, O.G del '49. L'uomo stava viaggiando in compagnia di un gruppo di amici a bordo della propria moto, uno scooter di grossa cilindrata, quando, lungo la discesa, è finito fuori strada proprio nei pressi del monumento dedicato a Marco Pantani, in località Piazz. Il sinistro si è verificato verso le 15.30. Probabilmente per un guasto al sistema frenante dello scooter il centauro ha perso il controllo della sua due ruote ed è finito contro una pianta. Un impatto tremendo e fatale che non ha lasciato scampo all'esperto motociclista, nonostante l'uomo avesse regolarmente indossato il casco. Ha fatto tutto da solo e nell'incidente non sono stati coinvolti né altre persone né altri mezzi. Immediatamente è stato richiesto l'intervento dell'elicottero del 118, ma i sanitari non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Tirano per sentire i testimoni ed effettuare i rilievi. Una volta ottenuta l'autorizzazione del magistrato di turno, la salma ha potuto essere ricomposta e sul posto si è recato il carro funebre delle onoranze funebri Curti di Grosio, che ha provveduto al trasporto a valle del corpo dello sfortunato motociclista. La salma è stata trasportata all'ospedale di Tirano per la ricognizione cadaverica. Grande sgomento da parte degli amici piemontesi che hanno assistito all'incidente. Avevano deciso di approfittare di una delle prime giornate di bel tempo per scalare in moto il famoso Mortirolo, reso popolare dai ciclisti del Giro d'Italia. Tanto come la salita mette a dura prova i motori dei mezzi, la discesa è un terribile banco di prova per i freni. E di fatto curva dopo curva la moto è giunta nella zona del monumento del "Pirata" senza più freni. Il fatto ha così preso alla sprovvista l'uomo che non più riuscito a correggere la traiettoria e rimanere lungo la stretta sede stradale.
 
Fonte della notizia: laprovinciadisondrio.it



Scontro auto-moto nel Bellunese, muore centauro di Castelfranco

Un motociclista di Castelfranco Veneto a bordo di una Honda si è scontrato a Santa Giustina con un’auto che usciva da una strada secondaria
CASTELFRANCO VENETO 17.06.2012 -  Incidente mortale nella mattinata a Santa Giustina. Un motociclista di 50 anni di Castelfranco Veneto stava viaggiando con la sua moto Honda in direzione Feltre quando, sul rettilineo d'ingresso a Santa Giustina, si è trovato di fronte all'improvviso un'auto che usciva da una strada secondaria. A bordo un anziano del luogo. Il motociclista ha frenato, ma ha perso il controllo del mezzo, cadendo a terra. A quanto si è appreso l'automobilista, completando la manovra, lo ha investito, ferendolo mortalmente. Per circa un'ora il traffico è stato deviato per Meano. I rilievi sono stati effettuati dalla polizia stradale di Feltre, con il supporto della Questura, della polizia stradale di Belluno e dei carabinieri di Mel per la viabilità. Sul posto anche Vigili del fuoco e Suem.
 
Fonte della notizia: tribunatreviso.gelocal.it



Vitorchiano, muore motociclista in uno schianto: chiusa la statale 675

La vittima su un'Honda 300 viaggiava verso Orte quando è finito fuori strada

VITERBO 17.06.2012 - Grave incidente stradale ieri pomeriggio sulla superstrada nei pressi dello svincolo per Vitorchiano. Un uomo di 60 anni, Innocenzo Ceccarelli, di Vignanello ma da poco trasferitosi a Vitorchiano,è morto sul colpo per le gravi lesioni riportate cadendo dallo scooter sul quale viaggiava. L’incidente si è verificato alle 16,15. Ceccarelli in sella alla sua Honda Sh 300 stava viaggiando in direzione di Orte quando, per cause in corso di accertamento da parte degli agenti della Polizia stradale, è caduto rovinosamente a terra. Inutili i soccorsi prestatigli dal personale del 118 che avevano chiesto anche l’intervento dell’eliambulanza e che hanno effettuato un lungo massaggio cardiaco. La superstrada è stata chiusa al traffico fino alle 16,25 per permettere alla Polstrada di effettuare i rilievi.
 
Fonte della notizia: ilmessaggero.it



Moto in fiamme dopo lo scontro: 24enne gravissimo

17.06.2012 - Un terribile incidente stradale ha provocato due feriti, di cui uno in gravissime condizioni, domenica pomeriggio in Alta Valcamonica. Mancavano una manciata di minuti alle 15: due motociclisti stavano percorrendo verso nord la Statale 42, in territorio di Sonico, a poche decine di metri dal ponte sul Fiume Oglio. Per cause in corso di accertamento da parte degli agenti della Polizia Stradale di Darfo, uno dei centauri, un 24enne mantovano, ha perso il controllo del mezzo: la motocicletta è scivolata sull’asfalto ed ha finito la sua corsa contro una Opel che stava invece scendendo da Malonno, dalla direzione opposta.  L’impatto è stato violentissimo: la motocicletta ha preso immediatamente fuoco. Anche il suo compagno, che lo seguiva, è scivolato a terra. I due sono stati avvolti dalle fiamme. Il 24enne in particolare, trasportato con l’eliambulanza all’Ospedale Civile di Brescia, sarebbe in condizioni gravissime, con ustioni su tutto il corpo. Il secondo centauro è stato trasferito con l’ambulanza all’Ospedale di Esine e le sue condizioni sarebbero meno gravi ma critiche. Sul posto gli agenti della Stradale di Darfo, i Vigili del Fuoco di Edolo, l’eliambulanza di Sondrio, oltre all’ambulanza e all’automedica di Esine.
 
Fonte della notizia: giornaledibrescia.it


In moto contro un muretto a secco. Muore centauro 41enne

Il centauro, che viaggiava a bordo di una Yamaha FZ1, è andato a scontarsi violentemente con una Lancia Y, condotta da una persona anziana. Un impatto ...


Fonte della notizia: Lecceprima.it


Esce di strada con la moto Muore sul colpo al Mortirolo

Probabilmente per un guasto al sistema frenante dello scooter il centauro ha perso il controllo della sua due ruote ed è finito contro una pianta.


Fonte della notizia: La Provincia di Sondrio


Amaseno, con la moto fuori strada muore centauro di 36 anni

Il centauro ieri mattina è stato protagonista di un incidente a dir poco spettacolare. ... Il centauro di 36 anni era da tutti conosciuto: era già scampato ad un ...

Fonte della notizia: Il Messaggero


Centauro esce di strada e si schianta: muore

Ancora al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Tirano la dinamica e le cause del tragico incidente, ma quello che è certo è che il centauro ha perso il ...

Fonte della notizia:  Il Giorno


Incidente stradale: fuori pericolo il centauro fasanese

I Carabinieri, dopo aver acquisito l'esito delle analisi, pronti ad inviare una informativa in Procura

Fonte della notizia: Go Fasano.it - giornale telematico


Gianni Potenza, vittima incidente sulla “Nardò-Santa Caterina”: ecco ...

NARDO' (Lecce) – Una persona solare e piena di vita. Così gli amici e i colleghi ricordano Gianni Potenza, il centauro che ha perso la vita nel terribile incidente ...

Fonte della notizia:  il Paese Nuovo


Moto contro auto ai “Pagani”: perde la vita operaio neretino

Nel momento in cui si scrive si stanno cercando elementi utili per ricostruire quanto accaduto, non si escluderebbe che il centauro abbia tentato un sorpasso e ...

Fonte della notizia: il Paese Nuovo


Perde il controllo della moto e si schianta: muore 36enne di Prossedi

Gravissime le conseguenze dell'impatto, nel quale il centauro ha riportato un profondo trauma cranico. A lanciare l'allarme sono stati alcuni abitanti della zona, ...

Fonte della notizia: LatinaToday

 

 




 

Martedì, 19 Giugno 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK