Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Sbirri Pikkiati 06/06/2012

Polizia Municipale di Forlì
Agente aggredita per un’informazione sul permesso invalidi
La rabbia si sfoga troppo spesso verso chi compie semplicemente il proprio lavoro

Foto di repertorio dalla rete

(ASAPS) Quando si sente parlare di uomini o donne in divisa vittime di aggressioni o maltrattamenti si pensa sempre alla rabbia provata per qualche verbale o alla reazione sconsiderata di qualche persona poco raccomandabile “beccata” sul fatto in qualche situazione non perfettamente legale.
Quanto successo al comando della Polizia Municipale di Forlì, invece, ha dell’incredibile soprattutto in considerazione del fatto che ad accendere la miccia della reazione sconsiderata di un quarantenne è stata semplicemente la risposta ad una richiesta di informazione che, evidentemente, non era gradita all’aggressore.
L’agente della Polizia Municipale era in servizio di piantone quando il signore si è presentato per il rinnovo di un permesso invalidi. Alla comunicazione che la documentazione portata al seguito non era quella giusta l’uomo si è avventato sull’agente strattonandola, spintonandola e graffiandola e procurandole lesioni che hanno richiesto una prognosi di 10 giorni; l’aggressore è stato denunciato a piede libero.
In questi giorni di emergenza nei quali tutte le divise sono impegnate nei soccorsi di una Regione rimasta in ginocchio per il terremoto, stupisce vedere certe reazioni a fatti di una disarmante normalità che non prevedono, in persone equilibrate, reazioni così sconsiderate.
Se però voltiamo la testa e prendiamo in mano i dati dell’Osservatorio ASAPS “Sbirri pikkiati”, vediamo che al 31 maggio 2012 si sono verificati 1033 eventi di violenza a carico delle varie forze di Polizia. Di questi 395 accaduti al Nord (38,2%), 262 al Centro (25.4%) e 376 al Sud (36,4%).
Degli operatori “interessati” da questi soprusi da parte dei cittadini 365 erano appartenenti alla Polizia di Stato (35,3%) 555 Carabinieri (53,7%) 84 Polizia Locale (8,1%) e 70 appartenenti ad altri Corpi (6,8%).
Per i 1.033 eventi 368 sono stati causati da persone in stato di ebbrezza (35,6%) e di questi 109 positivi a sostanze stupefacenti (29,6%). In 242 casi gli aggressori hanno fatto uso di armi improprie con una percentuale sul totale del 23,4%.
La lettura di questi dati, unitamente al commento dell’episodio accorso all’Agente di Forlì, non può che preoccupare e far pensare che ci vuole ancora tempo per avere il giusto riconoscimento del lavoro degli operatori di Polizia che quotidianamente affrontano sacrifici e pericoli e, troppo spesso, vengono ringraziati e ripagati con questa moneta.(ASAPS)

 

 

Mercoledì, 06 Giugno 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK