Venerdì 03 Dicembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Velocità - Limiti fissi - Accertamento - Apparecchi rilevatori - Omessa indicazione nel verbale di accertamento degli estremi dell'omologazione - Illegittimità del verbale - Esclusione - Opposizione - Specifica contestazione in ordine alle caratteristiche dello strumento - Onere probatorio della P.A. - Contenuto

(Cass. Civ., Sez. II, 15 giugno 2007, n. 14040)

In tema di sanzioni amministrative per eccesso di velocità nella circolazione stradale, l'omessa indicazione nel verbale d'accertamento delle caratteristiche dell'apparecchiatura di rilevazione della velocità (ed in particolare della corrispondenza di essa al tipo omologato) non comporta l'invalidità dell'accertamento stesso. Tuttavia, la contestazione dell'idoneità della fonte di prova (in sede d'opposizione ai sensi dell'art. 205 c.d.s.) sottopone la P.A. all'onere di integrare la documentazione sul punto, al fine di rendere inoppugnabile la rilevazione. (La S.C. ha così cassato la sentenza che, su specifica opposizione a riguardo, aveva affermato tout court l'illegittimità del verbale per mancata indicazione dei dati di omologazione, senza verificare se l'amministrazione avesse o meno assolto all'onere di integrare la documentazione sul punto).

 

Giovedì, 31 Maggio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK