Martedì 20 Agosto 2019
area riservata
ASAPS.it su
2012 Primo Semestrale , 2011 anno ,... 24/05/2012

Sicurezza dei bambini in auto
I seggiolini costano troppo cari. L'ASAPS lancia il  mercato dell'usato fra genitori e chiede di abbassare l'Iva al 10%
Nel 2011 65 bambini morti sulle strade, 45 erano trasportati pari al 69%
Nel 2012 siamo a 22 vittime di cui 15 trasportate 68%

Foto archivio Asaps

Chi ha dei bambini lo sa bene. I costi dei seggiolini, di tutte e 5 le classi, sono elevatissimi (mediamente da 130 a 300 euro, quelli di qualità) secondo il tipo.
Chi ha due bambini piccoli raddoppia i costi? Sì anche di più. Non dimentichiamo infatti  il supporto dei nonni alle giovani famiglie con genitori che lavorano. Allora il seggiolino raddoppia o triplica. Uno lo monta sicuramente il nonno materno, e spesso uno anche il nonno paterno.
Si arriva al punto che per 2 bambini si possono utilizzare anche 4-6 seggiolini in macchine diverse. Un capitale! Un capitale che va speso per essere in regola e per garantire la sicurezza dei nostri piccoli. In totale il complesso dei seggiolini può costare quasi come una vecchia utilitaria usata.

 

Foto archivio Asaps

Ricordiamo solo che secondo l'Osservatorio il Centauro - Asaps nel 2011 su 65 bambini che hanno perso al vita in incidenti stradali ben 45 erano trasportati pari al 69% (non è dato di sapere se regolarmente allacciati). Fra le più giovani vittime della strada il maggior numero si conta fra i piccolissimi. Infatti nella fascia d’età cha va da 0 a 5 anni l’Osservatorio ha registrato 36 decessi (55%), 17 i lenzuoli bianchi (26%) nella fascia che va da 6 a 10 anni,  11 in quella da 11 a 13 anni (17%). Per una vittima non è stato possibile fissare l’età.
Per non contare i feriti significativi che sono stati oltre 600.
Un altro aspetto sul quale l’Asaps richiama sempre la sua attenzione è la tipologia stradale dove sono avvenuti gli incidenti. Sono le strade delle aree urbane quelle più a rischio. Ben 336 dei 541 incidenti, (62%) sono avvenuti nei centri abitati. E non si pensi che si tratti di quelli meno gravi. Infatti nei centri abitati si sono contati fra i piccini 27 morti (41%) e 364 feriti (67%). Sulle strade statali e provinciali gli incidenti sono stati 128 (23,6%) e hanno causato 20 morti (31%) e 162 feriti (26%). In 36 episodi non è stata indicata la tipologia della strada.
Appena 41 gli episodi sulla rete autostradale che hanno causato però 13 decessi (20%) mentre  49 bambini hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari (7,8%).
Nel 2012 purtroppo siamo già a quota 22 vittime, 15 erano trasportate  (68%)
Gli episodi gravi registrati nel 2011 sono stati 539. In Lombardia 109, in Emilia Romagna 69, nel Veneto 55, in Toscana 33, nel Lazio 32.
Nel 2012 siamo a quota 240 incidenti, 31 dei quali avvenuti nei pressi delle scuole.


Per sostenere i costi delle famiglie l'ASAPS lancia due proposte.
Innanzi tutto andrebbe realizzato un mercato dell'usato dei seggiolini che, lo ricordiamo, se sono omologati non hanno una specifica scadenza e possono essere riutilizzati. Si deve evitare di riutilizzare solo quelli che sono rimasti coinvolti in un incidente stradale importante.

 

Foto archivio Asaps
 
 
 
 
 

Come realizzare un mercato dell'usato? Coinvolgendo le associazioni dei genitori, le associazioni di volontariato, gli stessi rivenditori di veicoli usati,  le scuole, le parrocchie, inoltre con la realizzazione di appositi portali web e il potenziamento di quelli già esistenti,  si potrebbe presentare un ampio ventaglio dell'offerta che potrebbe avere 2 possibili proposte. La prima – classica – con la fissazione di un costo dell'usato che varierà a seconda delle condizioni del seggiolino. La seconda addirittura con la messa a disposizione di seggiolini usati da offrire gratuitamente alle famiglie meno agiate.

 

Secondo l'ASAPS le politiche di sostegno alla famiglia, sempre deboli, dovrebbero poi prevedere anche un abbattimento dei costi dei seggiolini ad iniziare dall'Iva che potrebbe passare dal 21% al 10%. Come dire dai 15 ai 30 euro in meno per ogni pezzo.
Per la sicurezza dei bambini sulle strade si è fatto molto, ma si può fare di più a cominciare dai seggiolini.

 
 
Forlì, lì 24 maggio 2012
 
Giordano Biserni
Presidente ASAPS

 

 

 

 

 

 


 

Giovedì, 24 Maggio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK