Venerdì 06 Agosto 2021
area riservata
ASAPS.it su

Firenze
SCUOLABUS CONTRO UN ALBERO, MUORE IL CONDUCENTE. 13 BAMBINI FERITI

L'Osservatorio il Centauro - ASAPS nel 2012 ha già registrato 242 incidenti con coinvolti bambini ( 21 morti e 297 feriti), 31 i sinistri avvenuti nei pressi delle scuole. In 3 casi coinvolti Scuolabus

(ASAPS) Prima di entrare nella tragica cronaca dell'episodio di Firenze, ricordiamo che dall'inizio dell'anno sono 242 gli incidenti registratI dall'Osservatorio il Centauro - ASAPS, che hanno coinvolto bambini (con 21 morti e 297 feriti), 31 di questi incidenti sono avvenuti nei pressi delle scuole e hanno coinvolto bambini da 0 a 13 anni. In 3 casi l'incidente ha riguardato uno scuolabus.
 
 

La cronaca
 
FIRENZE - Il conducente di uno scuolabus morto travolto; quattro bambini rimasti feriti. Questo il bilancio di un incidente avvenuto nel pomeriggio a Grezzano (Firenze), località nel Mugello. Sul posto carabinieri e 118. Da una prima ricostruzione sembra che lo scuolabus si sia mosso all'improvviso, per cause da chiarire, mentre era posteggiato nella piazza e i bambini ci stavano salendo sopra. Il conducente avrebbe tentato di andare a bordo per frenarlo rimanendo schiacciato tra il mezzo e un albero.
I quattro bambini sarebbero rimasti feriti in modo leggero. Insieme ai compagni fanno parte di una comitiva in gita. Alcuni di loro si apprestavano a salire quando il mezzo - all'apparenza senza più essere frenato - ha cominciato a muoversi, anche per la pendenza della piazza. Il conducente ha tentato di salire subito sopra per bloccare le ruote, ma non ne ha avuto il tempo: la massa pesante dello scuolabus ha accelerato lo spostamento del mezzo travolgendolo e incastrandolo mortalmente contro un albero che delimita il posteggio.


TREDICI BIMBI IN OSPEDALE Sono 13 i bimbi portati all'ospedale per accertamenti in seguito all'incidente avvenuto nel pomeriggio a Grezzano (Firenze), nel quale il conducente del loro scuolabus è morto incastrato tra lo stesso mezzo e un albero. Secondo quanto si è appreso, nessuno di loro sarebbe grave: 12 alunni si trovano all'ospedale di Borgo San Lorenzo per accertamenti, e uno che avrebbe riportato alcune contusioni al Meyer di Firenze. I bimbi erano arrivati a Grezzano in gita scolastica dalla scuola elementare di Pian di Scò (Arezzo), per visitare il Museo della Civiltà contadina. Al termine della visita, mentre risalivano sullo scuolabus, di proprietà di una ditta privata, il mezzo ha iniziato a muoversi verso il fondo della piazza acquistando rapidamente velocità. Il conducente, 44 anni, ha cercato di risalire a bordo per fermarne la corsa ma è rimasto schiacciato fra lo sportello e un albero. Ora la Protezione civile sta organizzando il rientro degli altri bambini della gita a casa, nell'Aretino.

<-----<<<<<>>>>>----->

Roberto Vannini, iscritto ASAPS e Responsabile del pronto soccorso di Borgo San Lorenzo,  in relazione alla notizia sopra riportata, nel confermare pressochè lo svolgimento dei fatti, ritiene doveroso porre in luce come abbia funzionato rapidamente ed efficacemente tutta l’organizzazione del soccorso, coinvolgendo 118, Vigili del Fuoco,  Polizia Municipale di BSL, Carabinieri e Protezione Civile del Mugello; gli abitanti del luogo del sinistro sono stati i primi a prestare soccorso e conforto ai bambini e agli insegnanti; dodici bambini sono stati valutati sul posto dal personale sanitario 118 ed immediatamente affidati a genitori o accompagnatori. In pronto soccorso, dove è stata trasportata anche un'insegnante per uno stato di agitazione secondario all’evento,  sono state attivate  le misure previste in caso di accessi numericamente rilevanti o particolari per la tipologia, utilizzando  il personale medico ed infermieristico anche dei reparti di chirurgia, pediatria, rianimazione e psichiatria, questi ultimi per il supporto psicologico dei piccoli.  
Segnala infine il comportamento  esemplare dei bambini  e la compostezza, la serenità e la  collaborazione dimostrate dai genitori che sono accorsi a riprendere i figli.

Roberto Vannini

Sabato, 19 Maggio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK