Giovedì 20 Febbraio 2020
area riservata
ASAPS.it su

Ordinamento della Polizia Municipale
Spetta al Consiglio Comunale l’approvazione del Regolamento del Corpo: una sentenza del TAR Lazio dirime la questione della competenza ad emanare la delibera

di Ugo Terracciano*
Foto Coraggio - archivio Asaps

Nella gerarchia del Corpo di Polizia Municipale lui, ispettore superiore, si trovava in quarta posizione dopo il colonnello comandante e due suoi colleghi,
pari di grado ma più anziani nel servizio.
Sono bastate quattro parole inserite dalla Giunta Comunale in una delibera di modifica al Regolamento del Corpo, però, e la sua posizione è fatalmente scivolata in basso per effetto della riqualificazione di ben ventuno suoi colleghi, parificati a lui nel grado ma ad egli sovra ordinati sempre per effetto dell’anzianità.
Insomma, se il giorno prima coordinava, controllava e magari rimproverava, il giorno dopo, “volta la carta”, si era ritrovato in subordine oggetto lui stesso di coordinamento e controllo. Dicendola alla Zygmunt Bauman, anche le cose della pubblica amministrazione sono oramai diventate assai “liquide”.

 

> Leggi l'articolo

 

da Il Centauro n. 156

 

Mercoledì, 09 Maggio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK