Martedì 27 Luglio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/04/2012

Vandalizzata la nuova sede della polstrada di mondragone

Cellole. Una caserma nuova di zecca in cui la Polizia Stradale non è riuscita ancora a mettere piede, vandalizzata in pieno giorno da parte di ignoti. E' accaduto nella frazione di Borgo Centore di Cellole, a due passi dalla Statale Domitiana, lo scorso venerdì 20 aprile. Basiti i dirigenti della Polizia Stradale di Mondragone a cui è stata assegnata la struttura da anni. Il Comandante del distaccamento, l'ispettore capo Massimo Turci, non è proprio riuscito a spiegarsi gli avvenimenti: «La convivenza tra la Polizia stradale e gli utenti della strada è sempre stata buona. Non abbiamo riscontrato motivi particolari durante la nostra azione quotidiana, le nostre attività procedono regolarmente e non riusciamo proprio a capire da cosa possa essere dipeso questo gesto».
I vandali sono entrati da una porta posteriore, nascosta dall'edificio ed una volta all'interno hanno abbattuto tutte le porte ed hanno divelto dal muro un climatizzatore, lasciandolo penzolare. Atto ultimo del raid: il rogo di una corda per l'avvolgimento delle tapparelle. Un gesto che ha permesso a dei passanti di notare le fiamme propagarsi all'esterno e di contattare immediatamente i Vigili del Fuoco, prontamente intervenuti dalla caserma di Mondragone. Sul posto in pochissimi istanti sono pervenute tutte le forze dell'ordine presenti sul territorio, dai carabinieri di Baia Domizia alla Polizia del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sessa Aurunca. Intervenuto anche il Nucleo di Polizia Scientifica per i rilievi del caso.


«La nostra presenza sul posto - continua laconico il Comandante Turci - avrebbe sicuramente evitato i fatti ed eliminerebbe la possibilità che ciò possa avvenire anche alle abitazioni limitrofe, in quanto la zona è abbastanza isolata e sguarnita di sorveglianza». Una pattuglia della Polizia Stradale era altresì presente per il consueto monitoraggio della Domitiana fino alle 14 e 30 circa, ma la loro presenza fisica potrebbe fungere da deterrente ad analoghe iniziative presso i beni comunali ristrutturati con i fondi comunitari del Pit Litorale Domitio nel 2005-2006 e finora non ancora utilizzati, oltre ad innalzare la sicurezza percepita negli abitanti della piccola frazione cellolese.
In merito ai fatti avvenuti è intervenuto il sindaco di Cellole, dottor Aldo Izzo: «Non penso centri qualcosa con la Polizia stradale, penso siano atti vandalici punto e basta. Sono atti totalmente da condannare senza pensare a nulla di particolare, senza pensare alla presenza del distaccamento. Sono atti come quelli realizzati in alcune scuole ed in alcuni edifici pubblici da parte di ignoti. In ogni caso la Polizia e le Forze dell'Ordine stanno svolgendo le dovute indagini, mi auguro che presto si possa sapere di cosa si tratti e di chi si tratti».
Il distaccamento di Mondragone, in ogni caso, è in attesa da quasi quattro anni del trasferimento nella nuova sede, ma l'assenza di alcuni requisiti ha impedito fino a questo momento il cambio di residenza. Il Comune di Cellole, proprietario dello stabile, ha richiesto il dovuto prestito.

 

da amicipolstrada.blogspot.it

 

Lunedì, 30 Aprile 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK