Domenica 19 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 13/04/2012

Finti poliziotti fuggono all’alt, inseguimento con due feriti

Peretola, scontro sulla rampa dell’indiano
Speronamento sul viadotto dell'Indiano (New Press Photo)

Firenze, 13 aprile 2012 - UN INSEGUIMENTO a tutto gas per le strade dell’Osmannoro, Brozzi, Peretola, conclusosi con un tamponamento a catena sulla rampa del viadotto dell’Indiano con il ferimento di un poliziotto e di un automobilista estraneo ai fatti. Ma perché gli occupanti di un’Alfa 156 di colore grigio immatricolata a Bologna, simile ad un’autocivetta della polizia, si sono rifiutati di fermarsi all’alt delle forze dell’ordine e si sono messi a correre in mezzo al traffico dell’ora di punta? Sull’episodio sono in corso indagini da parte della questura.
Secondo le prime ipotesi, i quattro individui stavano tentando una rapina ai danni di un imprenditore cinese dell’Osmannoro, forse spacciandosi proprio per poliziotti. Di sicuro avevano in mente qualcosa di losco perché al primo alt da parte di una pattuglia, anziché fermarsi si sono messi a correre. Dall’Osmannoro sono infilati dentro Brozzi, poi lungo via Pistoiese. Una corsa folle, che solo per un miracolo non ha coinvolto altre persone.

Nel frattempo, arrivavano i rinforzi della questura e dal vicino complesso del Magnifico. Proprio nei pressi del viale Gori, lungo la rampa finale del viadotto dell’Indiano, si è conclusa la fuga dei quattro. Ma c’è stato uno speronamento della volante ai danni dell’Alfa in fuga che a sua volta ha tamponato un’utilitaria che era semplicemente incolonnata al semaforo, ferendo il conducente. La pantera è inoltre è andata a sbattere contro il guard rail e un poliziotto si è fatto male, probabilmente a un braccio, ed è stato portato al Cto. Il conducente è stato intanto arrestato, ma non è escluso che il lavoro degli agenti diretti da Roberto Sbenaglia possa condurre ad ulteriori sviluppi.

 

da lanazione.it

Venerdì, 13 Aprile 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK