Sabato 19 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Dati molto positivi per gli incidenti del ponte pasquale 14 le vittime rispetto alle 34 della Pasqua 2011, con un calo del 59%
Segno meno anche per incidenti e feriti -27%
Ma sono i rilievi della sola Polizia Stradale e dei Carabinieri Corrispondono alla reale situazione?
E’ merito del calo del traffico per crisi? Ricordiamo che mancano i dati delle Polizie Locali che potrebbero averne rilevati di più… A quando i numeri complessivi?

Foto Blaco - archivio Asaps

(ASAPS) Ogni volta che pubblichiamo i dati degli incidenti stradali del fine settimana, resi noti dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno noi usiamo sempre la formula “Sulla base dei rilievi della Polizia Stradale e dei Carabinieri (ai quali si dovranno poi aggiungere quelli delle Polizie Locali) in questo fine settimana ecc.” Una formula che crediamo vada ancor più tirata a lucido per commentare i dati ponte pasquale 2012, decisamente positivi.
Infatti secondo la tradizionale e affidabile fonte ministeriale quest’anno nel ponte pasquale  che comprendeva i giorni dal venerdì 6 aprile a lunedì 9 aprile si sono contati 820 incidenti nei quali hanno perso la vita “solo” 14 persone e 683 sono rimaste ferite. Un dato veramente positivo se confrontato con i dati della sinistrosità del ponte pasquale 2011 che andava da venerdì 22 aprile a lunedì 25 aprile, quando si contarono 1.124 incidenti con 34 morti e 940 feriti.
Ecco che balza agli occhi nel ponte pasquale 2012 un calo di 304 incidenti che significa un bel -27% e addirittura 20 morti in meno con un calo del 59% delle vittime rispetto al 2011.
I feriti sono stati 257 in meno e la diminuzione del 27%.
Questo insieme di dati così positivi fa il paio con i dati complessivi degli incidenti del fine settimana dei primi 3 mesi del 2012, altrettanto positivi (che stiamo ancora elaborando).
Ecco allora che ci domandiamo se questo insieme positivo di numeri e percentuali risponde veramente alla situazione della sinistrosità. Insomma siamo di fronte a un calo verticale degli incidenti anche per “merito” del calo del traffico da crisi, o c’è qualche altro aspetto da considerare?
Ci spieghiamo meglio. Come abbiamo detto all’inizio i dati diffusi dal Ministero dell’Interno sono riferiti ai soli rilievi della Polizia Stradale e dei Carabinieri, mancano quelli delle Polizie Locali che - lo ricordiamo -  secondo l’ISTAT, rilevano il 65% del totale dei sinistri.
Ecco allora che ci poniamo due domande. Non sarà che al calo dei rilievi della Polizia Stradale e dei Carabinieri corrisponde poi un aumento dei rilievi delle Polizie Locali, che andrebbero a vanificare almeno in parte i dati positivi?
Seconda domanda, ma quando potremo avere ogni lunedì anche i dati degli incidenti rilevati dalle Polizie Locali? Chi deve provvedere a raccoglierli? Attendiamo qualche risposta.


Forlì, lì 11 aprile 2012

Giordano Biserni
Presidente ASAPS

 

Mercoledì, 11 Aprile 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK