Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 24/02/2012

Napoli Fuorigrotta
La Polizia Stradale sgomina una banda di ladri che rapinava le aree di servizio della Tangenziale

(ASAPS) Mercoledì 22 febbraio - Il personale del Reparto Intervento Polizia Stradale (RIPS) e Polizia Stradale di Fuorigrotta hanno arrestato una banda, composta da tre malviventi, dedita alle rapine nelle aree di servizio della Tangenziale.
Avvertiti dal gestore di un bar che aveva appena subito una rapina da parte di due persone armate e con il volto coperto, gli uomini della Polizia si sono immediatamente recati sul posto. Alcuni presenti sono stati in grado di indicare la direzione presa dai malviventi e, così, è iniziata la ricerca.
Arrivati nel piazzale di una concessionaria hanno sentito tra i cespugli di un’aiuola la suoneria di un cellulare e, successivamente, movimenti strani tra gli arbusti.
I poliziotti hanno dato immediatamente l’alt ma la persona nascosta nella vegetazione si è data alla fuga che, fortunatamente, è durata poco visto che gli uomini della Stradale sono riusciti a raggiungerlo e, dopo una breve colluttazione, a fermarlo.
Durante l’inseguimento gli stessi poliziotti sono riusciti a notare anche una Lancia Y che si allontanava a tutto gas.
La persona fermata e tratta in arresto, inchiodata alla propria responsabilità dai filmati della videosorveglianza del bar, ha fatto anche i nomi dei complici che, successivamente, sono stati raggiunti nella propria abitazione e tratti in arresto. Nei locali è stata rinvenuta una pistola con la matricola abrasa e un caricatore con sette pallottole, rinvenuta anche l’auto usata per la fuga.
La ricostruzione delle immagini e dei fatti ha permesso agli uomini Squadra di P.G. compartimentale della Polizia Stradale di stabilire che la banda si era resa protagonista di altri furti sempre nelle aree di servizio della Tangenziale.
Una brillante operazione che rimarca ancora una volta l’importanza della presenza delle forze di Polizia sulle strade che sono sempre più veicolo e terra di conquista della criminalità.
Un sorriso finale al pensiero dello squillo di cellulare partito nel momento sbagliato che ha permesso ai poliziotti di scoprire il malvivente: non sempre una telefonata ti allunga la vita, almeno quella in libertà. (ASAPS)

 

 

 


 

Venerdì, 24 Febbraio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK