Venerdì 02 Dicembre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Pirateria , Sbirri Pikkiati 16/01/2012

Vigile ucciso, un arresto in Ungheria
E' un venticinquenne nato in Germania

E' accusato dell'omicidio del 42enne vigile urbano Nicolò Savarino
Fermato in un paese al confine con la Serbia, stava per scappare

Niccolò Savarino

MILANO - È stato fermato in Ungheria nelle scorse ore uno dei due slavi sospettati di essere gli autori dell'omicidio di Nicolò Savarino, il vigile travolto e ucciso a Milano. Si chiama Goico Jovanovic, del 1987, nato in Germania, di origine slava. Ha numerosi precedenti in Italia per reati contro il patrimonio e ufficialmente risulta residente a Busto Arsizio. Il fermo è stato eseguito in un paesino al confine tra Ungheria e Serbia dove lo slavo si era recato riuscendo ad eludere le prime ricerche. Il fermato sarebbe la persona che si trovava alla guida del Suv che ha travolto Savarino. E' accusato di omicidio e resistenza a pubblico ufficiale. Secondo la polizia al momento non c'è un secondo ricercato.

MOLTE IDENTITA' - L'uomo fermato dalla polizia in Ungheria risulta essere un personaggio dall'ampio curriculum criminale. Al suo attivo vi sarebbero anche altri reati e svariate identità false. Aveva grosse disponibilità di denaro e, secondo gli inquirenti, avrebbe avuto intenzione di scappare in Sud America.

 

da corriere.it

 

 

Vigile ucciso dal Suv, due fermati
Incastrati dal cellulare: sarebbero due rom sinti. Erano al confine con la Francia
L'agente Savarino aveva 42 anni

 

 

Vigile urbano travolto e ucciso da un Suv
E' stato investito e trascinato per metri
Il conducente dell'auto è ricercato per omicidio volontario
L'agente Nicolò Savarino aveva 42 anni

 

 

Milano
Agente della Polizia Locale travolto e ucciso da un Suv 
dopo una lite con un automobilista
Il conducente dell'auto è ricercato per omicidio volontario. 
L'agente aveva 43 anni
La violenza stradale dilaga

 

 

Lunedì, 16 Gennaio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK