Venerdì 09 Dicembre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 12/01/2012

Bimbo di 5 anni travolto e ucciso da un'auto davanti all'ingresso della scuola materna

Investito dalla vettura di un altro genitore che stava accompagnando il figlio
Il luogo dell'incidente - da YouReporter

MILANO - Un bambino di 5 anni è stato investito e ucciso di fronte alla sua scuola materna a Borghetto Lodigiano, in provincia di Lodi. L'investitore si è fermato per prestare soccorso ma è stato subito chiaro che non c'era più niente da fare. Sul posto è intervenuto il 118 di Lodi con un'automedica e un mezzo di base, ma gli operatori hanno soltanto potuto constatare il decesso del bimbo.

Intorno alle 9.30 la mamma si è fermata nel parcheggio della scuola materna, il bimbo ha aperto la portiera d’istinto ed è sceso, anche perché erano un po’ in ritardo. La donna ha giusto fatto in tempo a gridargli di stare attento alle auto, ma un Suv aveva già svoltato nel parcheggio e l’ha investito. L’uomo alla guida, trentenne che accompagnava il figlio all’asilo, non se ne è nemmeno accorto. Ha inchiodato solo perché nell’area di sosta c’era questa signora che gridava e gesticolava contro di lui. Poi si è avvicinata al finestrino e gli ha detto di fare retromarcia, perché con la ruota anteriore destra aveva schiacciato la testa del suo bambino. Ma per Cristiano, cinque anni, non c’era già più nulla da fare: è morto sul colpo per il trauma cranico.

Attimi tragici quelli vissuti a Borghetto Lodigiano
, davanti all’ingresso del polo scolastico omnicomprensivo. Il bimbo è morto sotto gli occhi della madre e della sorellina di 3 anni, delle bidelle dell’istituto, delle maestre. L’investitore, sotto choc, è stato portato all’ospedale Maggiore di Lodi. Sconvolto anche il padre, come gli altri abitanti del piccolo centro, oltre al sindaco Franco Rossi, così orgoglioso della scuola inaugurata nel 2006 che ospita 70 bambini e con il suo parcheggio era considerata un’oasi di sicurezza.

 

di Caterina Belloni
da corriere.it

 

 

Giovedì, 12 Gennaio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK