Giovedì 28 Maggio 2020
area riservata
ASAPS.it su
Posta 25/11/2011

Lo sfogo amaro di un poliziotto
Etilometri e drogatest guasti. Non ci sono i pochi euro  necessari per ripararli
Anche  la sicurezza stradale  va in avaria, alla faccia della prevenzione

Foto di repertorio dalla rete

Lavoro da 20 anni in Volante a Chioggia (Ve), circa un anno e mezzo fa la MCTC di Venezia ci aveva fornito oltre l’etilometro anche un drug-test cozart per effettuare i controlli sulla strada. Ebbene la nostra attività ha portato al ritiro di circa 50 patenti di guida solo con l’utilizzo del drug-test. Bisogna premettere che noi operatori di volante dedichiamo poco tempo al controllo stradale in quanto il nostro compito primario è il soccorso pubblico (113). Da circa 4 mesi a causa dell’allentamento di una vitina sul cozart, non siamo più riusciti ad avere in dotazione il drug-test e inoltre da pochi giorni non abbiamo nemmeno l’etilometro perché è scaduta la revisione periodica. La motorizzazione ci ha detto che non  ha soldi per fare le revisione degli etilometri e nemmeno per le riparazioni dei cozart e per tanto non ci forniranno più nulla in attesa di momenti migliori. Evviva la prevenzione. Sicuramente diamo fastidio a molti altrimenti non si capisce come possa essere possibile la mancanza di detti strumenti visto che solamente con il valore di una contravvenzione potremmo comprare chissà quanti strumenti.
Cordiali saluti

 

Michele Boscolo Tindaro
Socio Asaps

Venerdì, 25 Novembre 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK