Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 26/09/2011

Ultimo Week - End di un soleggiato settembre
Un fine settimana tragico con tanti motociclisti vittime di incidenti fatali
Abbiamo raccolto gli episodi  in un lungo e triste elenco, per riflettere

(Asaps) Non abbiamo ancora i dati forniti dal Serizio Polizia Stradale con i rilievi degli incidenti eseguiti dalla Polizia Stradale e dai Carabinieri, ma sulla base dei dati raccolti dal nostro Osservatorio, per altro sicuramente incompleti, questo ultimo fine settimana (assolato) di settembre, ha visto le strade insanguinate da una triste sequela di incidenti anche fatali per i motociclisti. Non sappiamo se tutti saranno riportati nei dati ministeriali perché - continuiamo a sottolinearlo - nei dati del Servizio Polizia Stradale  non sono ricompresi i numerosi rilievi degli incidenti effettuati dalle Polizie Locali, per cui il lunedì non si ha mai un esatto quadro complessivo della sinistrosità, se si esclude la sola rete autostradale.
Ci domandiamo quanto si dovrà ancora attendere per avere disponibili in tempo reale i dati completi di tutte le polizia statali e locali che operano sulle strade. Eppure basterebbe un semplice programma uguale per tutti per la trasmissioni dei dati via web. E' così difficile?
Allora, in modo abbastanza artigianale, l'Asaps cerca di capire esattamente cosa è accaduto in un fine settimana. Non c'è modo più chiaro che riportare a seguire tutte le notizie che abbiamo raccolto e archiviato per renderci conto della (tragica) situazione.  Eccole a seguire qui sotto.



Scontro frontale tra un'auto e una Harley: motociclista muore dopo volo di 20 metri
Vittima un 39enne di Castelfranco, l'incidente nel Padovano È la terza persona che perde la vita sulla strada da ieri

di Cesare Arcolini
 
TREVISO   25.09.2011 - Incidente mortale ieri poco dopo le 13.30 lungo la strada Regionale 308 tra l'uscita di Loreggia e di Resana. In un frontale avvenuto al chilometro 22 tra una Renault Clio e una moto Harley Davidson ha perso la vita Alessandro Cauzzo, 39, anni residente a Castelfranco Veneto, in via Borgo Vicenza 16. Il 39enne è la terza persona morta sulla strada nel giro di poche ore ieri. Il motociclista stava percorrendo la strada in direzione Padova. Pare che fosse diretto ad un raduno di motociclette nel Padovano, ma resta aperta anche l'ipotesi che stesse andando a Campodarsego a trovare il fratello. All'altezza di una semicurva si è scontrato contro una Clio che procedeva nel senso opposto di marcia in direzione Treviso. L'impatto è avvenuto a forte velocità. Il quel punto il limite imposto dal codice della strada è di 90 chilometri orari. Cauzzo è stato sbalzato dalla sella della moto, è finito contro il guardrail e poi in un fossato adiacente. Un volo di 20 metri che non gli ha dato scampo. La morte è sopraggiunta istantanea. All'interno della Clio, quattro ragazzi romeni. Il condudcente, D.M. di 29 anni, è stato trasportato in ospedale a Padova con l'elisoccorso. Le sue condizioni sono giudicate critiche, i medici si sono riservati la prognosi. Lievi ferite per gli altri tre romeni della Clio. Sono stati trasportati per accertamenti all'ospedale di Camposampiero. A dare l'allarme sono stati due automobilisti che hanno assistito all'incidente. Le loro testimonianze agli agenti della Polizia locale della federazione del Camposampierese che conducono le indagini, saranno fondamentali per ricostruire l'accaduto. Resta infatti da capire chi abbia commesso una manovra azzardata e di conseguenza provocato l'impatto. Come da prassi l'autista della Clio è stato sottoposto in ospedale all'alcoltest e agli esami tossicologici. Gli agenti al comando di Walter Marcato hanno chiuso fino alle 18 la strada Regionale.
 
Fonte della notizia: ilgazzettino.it


Vezzano, moto contro due auto: muore il centauro
L'incidente lungo la statale 63 poco prima della pineta: vittima Emanuele Amato, operaio 41enne di Reggio

VEZZANO  25.09.2011 -  Un tragico incidente ha di nuovo insanguinato le strade della provincia reggiana. Nelle prime ore del pomeriggio, una moto si è scontrata in rapida sequenza contro due macchine lungo la statale 63, 500 metri a nord della pinetina di Vezzano. Ad avere la peggio è stato il centauro:  Emanuele Amato, operaio 41enne di Reggio, è morto poco dopo lo schianto. Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, l'uomo stava percorrendo la statale a bordo del suo Suzuki Gsx 100 in direzione di Reggio, quando ha urtato una Ford C Max e una Fiat Panda che provenivano in direzione opposta alla sua. L'esatta dinamica dell'incidente è tuttora da stabilire. A nulla sono serviti i soccorsi prestati dall'ambulanza di Quattro Castella e dall'elisoccorso: il 41enne è morto poco dopo il loro arrivo. Ora, la moto di Amato è stata sequestrata dai carabinieri per i rilievi, mentre la salma verrà messa a disposizione del sostituto procuratore Valentina Salvi, titolare dell'inchiesta che farà luce sulla tragica morte dell'uomo.
 
Fonte della notizia: reggionline.com
 


Centauro ferito sul passo del Bernina
La sua moto si è scontrata con una vettura che stava effettuando un'inversione di marcia

VALPOSCHIAVO 25.09.2011 - L'incidente è avvenuto ieri sera sulla strada del passo del Bernina, in Valposchiavo. Il motocilista è stato trasportato all'ospedale di Poschiavo. Dopo aver passato il piano di La Rösa, il conducente di una vettura che viaggiava in direzione di Poschiavo si è accorto di essersi spinto troppo a sud. Alla prima occasione di svolta ha quindi effettuato un'inversione di marcia. Malauguratamente, mentre l'auto si trovava di traverso sulla carreggiata, è sopraggiunta una moto che non è riuscita ad evitare l'urto. Il motociclista ha riportato ferite di una certa gravità ed è stato trasportato all'ospedale di San Sisto a Poschiavo.
 
Fonte della notizia: info.rsi.ch
 



A terra con la moto vicino Castel San Felice: centauro 40enne ricoverato al San Matteo
Sul posto i carabinieri per gli accertamenti del caso

VALNERINA  25.09.2011 - Valnerina teatro dell'ennesimo incidente stradale con una moto coinvolta. Poco fa, infatti, sulla SS 685 all'altezza di Castel San Felice, per cause tuttora in corso di accertamento un motociclista ha perso il controllo della propria due ruote, finendo rovinosamente a terra. L'uomo, L. G. le sue iniziali, ha 39 anni. Dai primi accertamenti sembra che sia residente a Scheggino. Immediato l'intervento del 118, che ha trasportato il motociclista all'ospedale di Spoleto con un codice traumatico di medio livello. Il centauro ha riportato diversi traumi alla spalla, allo sterno e alla clavicola, ma dovrebbe cavarsela senza gravi conseguenze. Sul luogo dell'incidente anche i carabinieri per i rilievi e gli accertamenti del caso. Sono molti, quest'anno, gli incidenti stradali in Valnerina che vedono purtroppo coinvolti motociclisti: l'ultimo in ordine di tempo, prima di quello di oggi, risale ad appena giovedì scorso.
 
Fonte della notizia: spoletonline.com
 



Incidenti stradali: centauro muore a Messina
MESSINA   24.09.2011 -  Un centauro ha perso la vita in un incidente sul viale Libera', all'incrocio col viale Trapani, a Messina. Antonino Giuliano, 21 anni, era in sella alla sua moto quando, per cause che la polizia municipale sta accertando, ha perso il controllo ed e' andato a sbattere contro un palo, davanti alla chiesa S. Maria di Portosalvo. Inutili i primi soccorsi di una pattuglia di vigili in transito subito dopo l'impatto. Il bilancio nel 2011 in provincia di Messina sale a 23 incidenti stradali con 29 vittime.
 
Fonte della notizia: agi.it
 



Cade in moto e muore a 23 anni
VALLI. Tragedia ieri pomeriggio lungo la strada provinciale del Pasubio, la vittima è un giovane che abitava a Cassola. Mentre scendeva da Pian delle Fugazze ha perso il controllo del mezzo ed è finito sull'asfalto Vani i tentativi di rianimazione
Lucio Zonta
VALLI  24.09.2011 - Perde il controllo della moto, mentre scende da Pian delle Fugazze, sbatte violentemente contro il guard-rail e finisce sull'asfalto, dove rimane esanime. Si è trasformato così in tragedia un tranquillo pomeriggio di fine settembre. L'incidente mortale è successo verso le 17 di ieri pomeriggio a Valli del Pasubio, lungo la strada provinciale 46. La vittima è Enrico Cherubin, 23 anni, residente a Cassola in via De Gasperi 27. Il giovane centauro stava scendendo appunto lungo la provinciale in sella alla propria Kawasaki 750. La strada che collega le province di Vicenza e Trento è caratterizzata da una serie di curve e di tornanti. Per cause che sono ancora al vaglio delle forze dell'ordine, una volta giunto in prossimità di località Ponte Verde, a poca distanza dalla frazione di S. Antonio di Valli, il giovane ha perso il controllo del mezzo, finendo per sbattere con violenza contro il guard-rail. Il colpo l'ha sbalzato di sella e Cherubin è piombato sull'asfalto, mentre la moto ha proseguito la propria corsa per qualche centinaio di metri finendo contro un muretto dal lato opposto della strada. Alcuni automobilisti di passaggio, che hanno assistito alla scena, hanno immediatamente dato l'allarme. Sul posto sono accorse una pattuglia dei carabinieri della stazione di Valli del Pasubio e un'ambulanza del Suem, partita dall'ospedale di Schio. Dato il luogo dell'incidente, è stato allertato anche l'elisoccorso da Trento. Il personale sanitario ha subito prestato le cure al giovane, le cui condizioni apparivano disperate. Medici e infermieri hanno comunque tentato il tutto per tutto; putroppo, dopo aver provato a rianimarlo per mezz'ora, si sono dovuti arrendere. Troppo gravi le lesioni provocate in particolare dalla violenza con cui il giovane si è schiantato sulla strada. Sul posto è giunta anche una pattuglia del radiomobile di Schio che, insieme ai militari del luogotenente Passeri, ha svolto i rilievi del caso. La notizia della tragedia è arrivata poco dopo le 19: sono stati i carabinieri a suonare il campanello dell'abitazione della famiglia di Cherubin e ad avvertire il papà Francesco, la mamma Donatella e la sorella minore Marta, travolti dalla disperazione. Enrico era un giovane preparato, serio, stimato: così lo ricordano i vicini, costernati nell'apprendere l'accaduto. Appassionato di sport, amava soprattutto il calcio e le moto. Si divertiva anche a provare il cross tra i campi di famiglia.
 
Fonte della notizia: ilgiornaledivicenza.it
 



Strade di sangue, morto centauro a Mansué
Si tratta di un ragazzo rumeno di 21 anni: l'incidente alle 17

TREVISO 24.09.2011 - Incidente mortale questo pomeriggio, sabato, a Mansué. Lungo la Pordenone-Oderzo stava transitando un motociclista di nazionalità rumena, 21 anni. All’altezza della falegnameria Bertacchini si è violentemente scontrato con un’auto che usciva sulla statale in quel momento. L’impatto è stato fatale: il ragazzo è morto sul colpo. Il conducente e il passeggero sono stati trasportati al Pronto Soccorso di Oderzo ma le ferite sono lievi. In corso i rilievi delle forze dell’ordine che determineranno la dinamica.
 
Fonte della notizia: oggitreviso.it
 


 

Incidente mortale a Quiliano: morto centauro di 38 anni
QUILIANO 24.09.2011 -  Forse l’alta velocità o la perdita del controllo del mezzo sono stati fatali per un motociclista che è deceduto questa notte in seguito ad un incidente avvenuto a Quiliano in località Villalunga. L’uomo, 38 anni, G.A., che viaggiava a bordo della sua moto insieme ad un amico è deceduto sul colpo dopo essersi schiantato contro un albero intorno all’una. L’altro ragazzo è stato trasportato in codice rosso all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. Le sue condizioni sono molto gravi. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 e la Croce Rossa di Quiliano. Al momento sono in corso le attività di accertamento della dinamica dell’incidente.
 
Fonte della notizia: ivg.it
 



Cade dalla Vespa e muore a 27 anni
L'unico testimone si allontana senza lasciare traccia

TORINO, 24 SET - Un giovane di 27 anni di nazionalita' camerunense, Patrice P., e' morto stamani a Torino dopo aver perso il controllo della Vaspa sulla quale stava viaggiando. L'incidente e' avvenuto all'alba in corso Racconigi. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia municipale e i sanitari del 118, che hanno tentato di salvare il giovane. All'incidente - secondo quanto si e' appreso dalla Polizia municipale - ha assistito un solo testimone, che pero' si e' allontanato facendo perdere le tracce.
 
Fonte della notizia: ansa.it



Scontro auto-scooter, un morto a Firenze
Incidente in via Campania, vittima un quarantenne romeno

FIRENZE  24.09.2011  - Un romeno di 40 anni e' morto la scorsa notte in un incidente stradale avvenuto in via Campania, a Firenze. L'uomo era alla guida di uno scooter, su cui viaggiava anche un connazionale, che si e' scontrato frontalmente con una Volkswagen Polo con a bordo due giovani. Il romeno, che aveva il casco, e' morto sul colpo; lievemente ferito il suo amico. Il guidatore della Polo e' stato sottoposto al test alcolemico ed e' risultato positivo, ma sotto lo 0,8: per lui sanzione amministrativa e ritiro della patente.
 
Fonte della notizia: ansa.it
 


LA NAZIONE


Scontro auto-scooter, muore un quarantenne Il conducente dell'auto positivo al test alcolemico
Altro incidente mortale in Mugello Per l'automobilista è scattata la sanzione amministrativa e il ritiro della patente. Da accertare quale dei due mezzi abbia invaso la carreggiata opposta

Firenze, 24 settembre 2011 - Drammatico scontro auto-scooter, la scorsa notte in via Campania. La vittima è un romeno di 40 anni, che era alla guida di uno scooter, su cui viaggiava un connazionale. Il centauro si è scontrato frontalmente con una Volkswagen Polo su cui si trovavano due giovani. Il romeno, che aveva il casco, è morto sul colpo: lievemente ferito il suo amico.
Il guidatore della Polo è stato sottoposto al test alcolemico ed è risultato positivo, ma sotto il livello 0,8: per lui è scattata la sanzione amministrativa e il ritiro della patente. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i vigili urbani. Ancora incerta la dinamica dell'incidente, da accertare in particolare quale dei due mezzi abbia invaso l'altra parte della carreggiata causando lo scontro mortale. Oltre ai rilievi saranno decisive le testimonianze dell'amico della vittima che saranno messe a confronto con quelle dei due giovani a bordo della Polo.
 



Incidenti, moto contro un bus: muore centauro 40enne
L'uomo circolava ad alta velocità in Via Santa Teresa degli Scalzi, direzione Capodimonte. In fase di sorpasso ha perso il controllo del veicolo e ha urtato lo spigolo anteriore sinistro di un autobus di linea dell'Anm

In un incidente stradale verificatosi ieri sera in città poco dopo le 18 è morto un 40enne alla guida di una moto Honda Cbr 1000. L'uomo circolava ad alta velocità in Via Santa Teresa degli Scalzi, direzione Capodimonte, quando all'altezza del civico 73 in fase di sorpasso ha perso il controllo del veicolo e ha urtato lo spigolo anteriore sinistro di un autobus di linea dell'Anm che circolava nella opposta direzione di marcia. La moto, finita sull'asfalto, ha urtato la fiancata sinistra posteriore dell'autobus. Immediati i soccorsi. L'uomo è stato trasportato d'urgenza da un'autoambulanza del 118 al vicino ospedale San Gennaro, ma è deceduto durante il tragitto.
 
Fonte della notizia: napolitoday.it
 


 

Schianto con un’auto, scooterista morto sul colpo
L’incidente in via Caduti sul Lavoro, l’auto ha svoltato nel parcheggio e il motorino non ha potuto evitare l’impatto

MODENA  24.09.2011 - Tragico incidente ieri pomeriggio attorno alle 15.30 in via Caduti sul lavoro a poche decine di metri dalla via Emilia. Un scooter condotto da Luigi Lanzoni, 48 anni, si è schiantato frontalmente contro una Golf che proveniva in senso opposto e che ha voltato all’improvviso nel parcheggio di fronte alla banca. Nell’urto il ciclomotorista non ha avuto scampo ed è morto sul colpo. A nulla è servito il casco che pure indossava regolarmente perchè era di un modello che non offriva visiera e mentoniera: senza la protezione frontale l’uomo ha battuto il viso contro il cofano e a nulla sono valsi i primi soccorsi arrivati dai sanitari arrivati sul posto con l’ ambulanza. Un momento di distrazione? Una manovra sovrappensiero da parte dell’automobilista? È tutto da vedere perché per accertare l’esatta dinamica dell’accaduto sono arrivate in via Caduti sul Lavoro le pattuglie della Polizia Stradale che hanno effettuato i rilievi sulla carreggiata. A terra non ci sono segni di frenata da marte del motorino a dimostrazione di come la manovra sia stata improvvisa. A disposizione degli agenti sono rimasti i mezzi sotto sequestro su cui dovranno accertare l’entità delle lesioni per risalire alla dinamica e alla velocità. Per la famiglia di Luigi Lanzoni, residente in via Gramsci, la notizia è arrivata ieri nel tardo pomeriggio quando gli uomini della Stradale sono riusciti a rintracciare la figlia piccola che viveva da sola col padre. Per quanto riguarda le responsabilità penali il giudizio finale spetterà al magistrato che dovrà emettere una sentenza sulla base dei verbali redatti dalla Stradale. Sul luogo dell’incidente il traffico è stato deviato per permettere di terminare i rilievi. Via Caduti sul Lavoro è uno snodo fondamentale dalla via Emilia Est per entrare in città ed è spesso teatro di incidenti anche gravissimi. Ma un sinistro mortale in quel punto non si era ancora verificato; l’entrata del parcheggio a ridosso del semaforo non aveva causato altro che un tamponamento.
 
Fonte della notizia: gazzettadimodena.gelocal.it
 


LA NAZIONE

Scontro auto-scooter, muore un quarantenne Il conducente dell'auto positivo al test alcolemico
Altro incidente mortale in Mugello Per l'automobilista è scattata la sanzione amministrativa e il ritiro della patente. Da accertare quale dei due mezzi abbia invaso la carreggiata opposta

Firenze, 24 settembre 2011 - Drammatico scontro auto-scooter, la scorsa notte in via Campania. La vittima è un romeno di 40 anni, che era alla guida di uno scooter, su cui viaggiava un connazionale. Il centauro si è scontrato frontalmente con una Volkswagen Polo su cui si trovavano due giovani. Il romeno, che aveva il casco, è morto sul colpo: lievemente ferito il suo amico.
Il guidatore della Polo è stato sottoposto al test alcolemico ed è risultato positivo, ma sotto il livello 0,8: per lui è scattata la sanzione amministrativa e il ritiro della patente. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i vigili urbani. Ancora incerta la dinamica dell'incidente, da accertare in particolare quale dei due mezzi abbia invaso l'altra parte della carreggiata causando lo scontro mortale. Oltre ai rilievi saranno decisive le testimonianze dell'amico della vittima che saranno messe a confronto con quelle dei due giovani a bordo della Polo.


Rimini, schianto in moto: 22enne in fin di vitaSchianto contro un'auto con la Kawasaki, gravissimo un 22enne
Un giovane motociclista, G.M., si trova ricoverato in condizioni critiche all'ospedale di Cesena dopo un grave incidente stradale avvenuto sabato mattina a Canonica. Il ragazzo viaggiava su una Kawasaki 1000

Un giovane motociclista, G.M., si trova ricoverato in condizioni critiche all'ospedale di Cesena dopo un grave incidente stradale avvenuto sabato mattina a Canonica. Il centauro, 22 anni, stava percorrendo la via Canonica, quando, per cause ancora in fase d'accertamento alla PolStrada di Rimini, è finito con la sua Kawasaki 1000 contro una Skoda sulla quale viaggiava N.A., 37 anni. Nell'impatto il ragazzo è sbalzato dalla moto, rovinando sull'asfalto e riportando gravi lesioni.
Sul posto i sanitari del "118" sono intervenuti con due ambulanze e l'elimedica. Fin da subito le condizioni del 22enne sono apparse critiche, ragion per cui è stato trasportato d'urgenza al trauma center dell'ospedale "Maurizio Bufalini". Il conducente dell'auto invece è stato portato in ambulanza all'Infermi per gli accertamenti del caso.
 



Pirata della strada in motorino investe due ciclisti e fugge
L'incidente nella notte a Sarentino, grave una ragazza

BOLZANO, 24 SET - Investita da un ciclomotore, il cui conducente e' fuggito, una ragazza di Sarentino e' in gravi condizioni all'ospedale di Bolzano. L'incidente e' avvenuto la scorsa notte, intorno alle 4, nei pressi della discoteca ''Mondial''. La giovane, C.K. di 23 anni, era in bicicletta, in compagnia di un amico quando i due sono stati tamponati da un ciclomotore che ha proseguito la propria corsa, senza fermarsi. La ragazza e' ora ricoverata con prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. Illeso l'amico. I carabinieri cercano eventuali testimoni per identificare il pirata della strada.
 
Fonte della notizia: ansa.it
 


 

Motociclista travolto da un pirata della strada
Rintracciato dalla polizia Nei guai un 49enne, alla guida di un'auto priva di assicurazione e revisione. E' stato denunciato

RIMINI, 24 settembre 2011 - Ha travolto con la propria auto un motociclista ed è scappato senza prestare soccorso. L'incidente è avvenuto ieri mattina a Rimini, intorno alle 10,30, sulla Statale 9 "Via Emilia", all'altezza dell'intersezione con via Longiano. Questa la ricostruzione fatta dalla polizia stradale l'automobilista, proveniente da via Longiano, non ha dato la precedenza al motociclista, travolto e lasciato sull'asfalto dolorante. Alcuni testimoni hanno però notato la manovra e, all'arrivo degli agenti, hanno fornito elementi utili per risalire al pirata della strada. Si tratta di un 49enne di Rimini che, raggiunto nella sua abitazione, ha ammesso le sue colpe. I controlli effettuati sull'auto del riminese hanno inoltre evidenziato che sia il contrassegno assicurativo che il tagliando relativo alla revisione del veicolo erano contraffatti. Per il 49enne è scattata, oltre a una multa, la denuncia per i reati di omissione di soccorso, falsità materiale commessa dal privato e uso di atto falso. Il motociclista, che ha riportato diverse fratture, è stato invece ricoverato all'ospedale di Rimini.
 
Fonte della notizia: ilrestodelcarlino.it

 

Lunedì, 26 Settembre 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK