Lunedì 16 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Conseguimento  del  CIGC  e  targatura  dei  ciclomotori
Sistema  sanzionatorio

di Franco Medri

Dal 1° aprile 2011 sono entrate in vigore le disposizioni previste dal DM 1 marzo 2011 n. 81, relative al conseguimento del certificato di idoneità alla guida di ciclomotori (CIGC) e del medesimo sistema sanzionatorio, che possono essere così riassunte.
I soggetti di cui all'art. 116, commi 1-bis ed 1-ter del Codice della Strada (1-bis. Per guidare un ciclomotore il minore che abbia compiuto 14 anni deve conseguire il certificato di idoneità alla guida, rilasciato dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, a seguito di specifico corso con prova finale, organizzato secondo le modalità di cui al comma 11-bis. 1-ter. A decorrere dal 1° ottobre 2005 l'obbligo di conseguire il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori e' esteso a coloro che compiano la maggiore età a partire dalla medesima data e che non siano titolari di patente di guida; coloro che, titolari di patente di guida, hanno avuto la patente sospesa per l'infrazione di cui all'articolo 142, comma 9, mantengono il diritto alla guida del ciclomotore; coloro che al 30 settembre 2005 abbiano compiuto la maggiore età conseguono il certificato di idoneità alla guida di ciclomotori, previa presentazione di domanda al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, corredata da certificazione medica che attesti il possesso dei requisiti fisici e psichici e dall'attestazione di frequenza ad un corso di formazione presso un'autoscuola, tenuto secondo le disposizioni del decreto di cui all'ultimo periodo del comma 11-bis)...

 

Leggi l'articolo

Venerdì, 23 Settembre 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK