Lunedì 30 Marzo 2020
area riservata
ASAPS.it su

Ministero dell'Interno

Obbligo di fornire i dati del conducente? No, se si comunica l'avvenuto ricorso

(Circolare del 5 settembre 2011, n. 7157 )

Non si configura omissione di collaborazione da parte del cittadino qualora questi non indichi le generalità del conducente ma comunichi all'organo di Polizia di aver proposto ricorso: di per sè ciò costituisce un giustificato e documentato motivo (1) di omissione dell'indicazione dei dati del soggetto che si trovava alla guida del veicolo al momento della violazione.

E' quanto chiarisce la Circolare 5 settembre 2011, n. 7157 con la quale il Ministero dell'Interno conferma quanto già stabilto con la precedente Circolare 29 aprile 2011, n. 3971.

In tal caso non è quindi consentito applicare le sanzioni dell'art. 126-bis, c. 2, Codice della Strada poiché il destinatario dell'invito non può ritenersi obbligato a fornire i dati personali e della patente del conducente prima della definizione dei procedimenti giurisdizionali o amministrativi.

(da Altalex)

 

Ministero dell'Interno, Circolare 5 settembre 2011, n. 7157

Dipartimento della Pubblica Sicurezza

 

Scarica la circolare

Martedì, 13 Settembre 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK