Domenica 31 Maggio 2020
area riservata
ASAPS.it su
Posta 17/09/2011

Cerignola (FG)

In un agosto di fuoco, un soccorso provvidenziale

Grazie POLIZIA STRADALE!!

Ceppaloni, 3 settembre 2001

Al Presidente dell’Associazione
Amici Polizia Stradale

Gentile Presidente,
 dalla sera dell’8 agosto ultimo scorso che sento di inviarLe questa nota, ma il luogo dove sono stata fino a pochi giorni fa, non mi ha consentito  di farlo.
Con tutto il cuore debbo esprimere  sentimenti di profonda GRATITUDINE a tutta la POLIZIA STRADALE  ed in particolare al SOVRINTENDENTE  DI  CERNIA NICOLA e all’ASSISTENTE  CAPO RICCO ANTONIO del Compartimento di Bari- Polstrada  di Trani.
Erano le 18.00 circa di un 8 agosto 2011 torrido e assolato come non ricordavo da anni; viaggiavo con mio marito a bordo di una Ford Fiesta alla volta di Taranto, percorrendo l’autostrada NA – BA, quando a 3 KM dall’uscita  di Cerignola ci accorgemmo che la ruota anteriore destra era completamente a terra. Era capitato altre volte e non ci sembrò un evento problematico, solo un po’ fastidioso, in realtà le cose non stavano proprio così.

Ci fermammo per sostituire la ruota, e una folata di bruciante caldo ci investì,  poco male se ripenso a quella   corsia di emergenza era sul ciglio di una cunetta profonda e  con il muro di protezione in mattonato forato di cemento:  chi, mettendo casualmente  un piede in fallo,  fosse caduto lì dentro si sarebbe rotto senz’altro l’osso del collo; e non era cosa difficile che accadesse,  dal momento che l’asfalto bruciava e non bastava mettere un panno per isolare un po’ il calore che affliggeva le ginocchia di mio marito chino alle prese con il cambio della ruota. Per prendere gli attrezzi svuotammo il portabagagli mentre le automobili sfrecciavano una dietro l’atra in quel tipico traffico da bollino rosso. “ mi sentivo persa: da un lato il ciglio e la sua cunetta, dall’atro il caldo che impediva a mio marito di cambiare la ruota come sapeva fare,  quel traffico  impossibile e sfrecciante, insomma una piccola distrazione e una banale sostituzione di ruota potevano  trasformarsi in ben altro….. Mentre pensavo al peggio, ecco apparire una volante della Polizia e subito pensai a quanto veri fossero gli Angeli Custodi.  Il Sovrintendente Di Cernia e l’Assistente compresero la situazione di panico ed immediatamente  prestarono il loro aiuto, il primo controllò l’insolito traffico, il secondo fece da protezione a mio marito che cambiava la ruota saltando nella cunetta per  prevenire una eventuale, malaugurata caduta. Tutto divenne normale come  la situazione avrebbe richiesto. Tutto si tranquillizzò : il caldo sembrò svanire, la cunetta divenne piccola, piccola, il traffico sembrò alleggerirsi.

Tutto finì bene, grazie  a loro. Ma poteva non essere così!
Seguirono le operazione di rito: patente libretto ecc, ecc.
Da quel giorno ogni qualvolta vedo una volante della Polizia stradale benedico i suoi  occupanti e il loro lavoro, mentre nella mia mente c’è il ricordo di due splendide persone, di due grandi professionisti. Grazie e ancora grazie.
Con sincera e immensa riconoscenza.

 

Raffaella Iacovelli
Ceppaloni (BN)

Sabato, 17 Settembre 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK