Venerdì 07 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

Quale documentazione deve esibire al controllo il conducente nel caso in cui  al trasporto risultano interessati più vettori?

Buonasera, il mio quesito riguardala normativa sul Trasporto merci nazionale in C/T.

Sto cercando di chiarire una situazione che mi è capitata in servizio. Durante il controllo di un autotreno intestato alla ditta "X" con conducente regolarmente assunto dalla stessa ditta e munito dell'ultima busta paga, questi mi esibiva la Scheda di Trasporto redatta dal committente ditta "Y" e, nella voce relativa al vettore veniva indicata la dicitura "VEDI DDT". Dal controllo dei DDT emessi dalla ditta "Y" il vettore non risultava la ditta "X" ma la ditta "Z". Evidente caso di affidamento di trasporto in regime di subvettore, infatti il vettore "Z" risulta regolarmente iscritto all'Albo Nazionale degli Autotrasportatori ma risulta avere solo 8 veicoli mentre il subvettore, anch'esso iscritto, ne ha 45 quindi il vettore sopperisce alla propria carenza di mezzi affidando parte dei propri viaggi al subvettore.

A prescindere dalla possibile incompletezza nella compilazione della Scheda di trasporto, sanzionabile ai sensi dell'art. 7 bis/5° del DLGS 286/2005, a mio avviso nel caso di specie facile oggetto di ricorso amministrativo, vorrei sapere, visto che ci sono teorie contrastanti in merito, se il subvettore (ditta "X") ovvero il suo conducente, al momento del controllo doveva esibire altra documentazione attestante il trasporto affidatogli dal vettore "Z" e se, eventualmente, la mancanza di quel tipo di documentazione potrebbe essere sanzionata ai sensi dell'art.180 C.d.S. con obbligo di esibizione? Nel frattempo tra il fare e il non fare ho preferito la seconda scelta anche perché sostanzialmente il controllo non aveva evidenziato ulteriori anomalie o irregolarità. Ringraziando per l'attenzione ringrazio anticipatamente.

email-Chieti

***

(ASAPS) In riferimento a quanto esposto nel quesito, si ritiene corretta la sola applicazione dell'art. 7-bis, comma 4 del D. Lgs. n. 286/05 (? 600,00 a carico del committente).

Si precisa che l'art. 180 C.d.S. per questa tipologia di mancanze non è previsto. (ASAPS)


Lunedì, 05 Settembre 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK