Domenica 25 Ottobre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Sicurstrada 08/07/2011

Il quesito del giorno - Qual è la percentuale di tolleranza per l’eccesso di massa dei mezzi d’opera?

Gentile redazione, la recente circolare ministeriale "pare" abbia chiarito l’atavico dubbio sulla contestazione dell’eccesso di massa per i mezzi d’opera, optando decisamente per la più grave violazione dell’art.10. Ora però mi sorge un dubbio sulle tolleranze: con la precedente applicazione dell’art.167 si riconosceva la franchigia del 5% sulla massa a pieno carico, es. veicolo a 4 assi con potenziale 40000 Kg, tolleranza 1600 Kg (5% della m.p.c. di 32000 Kg), regolare quindi sino a 41600 Kg. L’art.10 prevede invece una tolleranza del solo 2% sulle dimensioni autorizzate, quindi, in questo caso di soli 800 Kg, abbassando decisamente il precedente limite sul quale si basavano (da queste parti) i vari componenti della filiera di trasporto per il carico dei veicoli. Oltre all’attività contravvenzionale, come si può indirizzare correttamente questa utenza sull’argomento?
Grazie e buon lavoro.

email-Caraglio (Cn)

***

(ASAPS) In riferimento a quanto esposto nel quesito, si rappresenta che la tolleranza dei mezzi d’opera deve essere del 5% sulla massa nominale stabilità dalla carta di circolazione (come ha precisato anche il Ministero dell’Interno con apposita circolare).Si precisa che il 2% richiamato nell’art. 10, comma 24 CdS è riferito ai limiti dimensionali (non di peso). (ASAPS)

Venerdì, 08 Luglio 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK