Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Sbirri Pikkiati 09/05/2011

Sorano (GR) - Aggressione di Pasquetta ai Carabinieri
Sempre gravissime le condizioni dell’Appuntato Santarelli
La moglie: “Serve un miracolo, ma io ci credo”

Migliora il collega Domenico Marino che potrebbe essere dimesso la prossima settimana
 

I bastoni con cui sono stati aggrediti i due Militari-foto di repertorio dalla rete

(ASAPS), 9 maggio 2011- A distanza di 15 giorni dalla terribile aggressione di Sorano in cui 4 giovani fermati per un controllo stradale assalirono con ferocia 2 Carabinieri, continuano ad essere gravissime le condizioni dell’Appuntato Antonio Santarelli, 43 anni, colpito violentemente alla testa con un bastone e una torcia e ancora ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Le Scotte di Siena. La gravità della situazione non scoraggia però la moglie Claudia Santarelli che continua a sperare - “Per mio marito ci vuole un miracolo, solo un miracolo - ha dichiarato la signora al quotidiano “il Tirreno” - Io credo e chiedo il miracolo. Per lui pregano in tanti - ha proseguito - e ho saputo che anche Matteo (uno degli aggressori ndr) prega, me lo ha detto il cappellano del carcere di Grosseto”. Meno gravi la situazione del collega Domenico Marino, 34 anni, che potrebbe essere dimesso dal nosocomio la prossima settimana ma che rischia ancora di perdere un occhio a causa delle gravi lesioni subite.
Ai sindaci di Sorano e Pitigliano, che nei giorni scorsi si sono recati a sincerarsi delle condizioni di salute dei 2 militari, la moglie dell’Appuntato si è raccomandata di fare tutto il possibile perché non cada il silenzio su questa vicenda al fine di tratteggiare meglio la dinamica e le responsabilità dei 4 ragazzi coinvolti, 3 dei quali minorenni.
Anche noi dell’Asaps ci associamo alle preghiere della signora Claudia e dei colleghi dell’appuntato Santarelli che da ormai 2 settimane vivono con angoscia e apprensione l’evolversi della situazione.  Chiediamo che il Signore dia una mano a questo Carabiniere e alla sua famiglia. (ASAPS)
 
 

 

Lunedì, 09 Maggio 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK