Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Sicurstrada 23/04/2010

Il quesito del giorno - Quale violazione realizza il conducente di veicolo adibito al trasporto cose in conto terzi con attestato conducente scaduto?

Un nostro veicolo adibito al trasporto di cose per conto terzi, condotto da un autista di origini Senegalese ma con carta di identità italiana in quanto residente in Italia, con patente + c.q.c italiana con regolare permesso di soggiorno, all’atto del controllo (effettuato su territorio Italiano) risultava avere l’attestato del conducente scaduto.
E’ possibile che applichino l’art 46 con sanzione accessoria del fermo del veicolo per tre mesi.
Premetto che, l’autista aveva con sé le buste paghe a dimostrazione della regolarità del rapporto lavorativo.
Ringrazio per la cortese collaborazione.

email - Polla (Sa)

***

(ASAPS) Alla luce di quanto esposto nel quesito, per quanto vi siano correnti di pensiero contrastanti, sembra che l’unica sanzione applicabile sia proprio quella riferita all’art. 46 della Legge 298/74. (ASAPS)

© asaps.it
Venerdì, 23 Aprile 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK