Martedì 17 Maggio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Rassegna stampa 31/12/2005

Rassegna stampa del 30 Dicembre 2005

Rassegna stampa del 30 Dicembre 2005

 



Da “ANSA”del 30 dicembre 2005

In 2005 tolti 2,4 mln punti patente

Nel 2006 operativi altri 50 ’Tutor’ contro alta velocità


 

ROMA - Nel periodo gennaio-novembre 2005 la Polstrada ha impiegato in servizi di vigilanza stradale e controllo del territorio circa 482.000 pattuglie. Oltre 2 mln e 400 mila i punti segnalati per la decurtazione. Tra le principali cause di incidenti, la velocità eccessiva e la guida in stato d’ebbrezza. Il ’Tutor’, sistema di rilevamento automatico della velocità media, è stato attivato il 23 dicembre su 4 postazioni lungo 3 autostrade. Nel 2006 saranno resi operativi altri 50 punti di rilevamento.

 


Da “Apcom” del 30 dicembre 2005

POLIZIA/ CONTROLLI SU STRADE, NEL 2005 CALO INCIDENTI

Nel mirino eccessiva velocità e guida in stato di ebbrezza


 

Roma - Diminuiscono del 7% gli incidenti nel 2005 rispetto al 2004. Lo comunica una nota che illustra l’attività svolta dalla Polizia stradale durante l’anno. Nel periodo gennaio - novembre 2005 la Polizia Stradale ha impiegato in servizi di vigilanza stradale e controllo del territorio circa 482 mila pattuglie, che hanno accertato oltre 2 milioni di violazioni. I punti segnalati per la decurtazione sono stati più di 2.400.000, mentre le patenti ritirate ai fini della sospensione sono state 65.503.

L’attività operativa è stata prevalentemente indirizzata a contrastare la velocità eccessiva e la guida in stato d’ebbrezza, che sono tra le principali cause degli incidenti stradali, nonché a controllare il delicato settore della circolazione dei veicoli commerciali. Sono stati pertanto effettuati oltre 35 mila servizi con apparecchiature speciali che hanno consentito di accertare più di 850 mila violazioni dei limiti di velocità. Un importante passo avanti nel contrasto della velocità pericolosa sarà offerto dal ’Tutor’, sistema di rilevamento automatico della velocità media in autostrada, realizzato da Autostrade per l’Italia S.p.A. e gestito dalla Polizia Stradale. Attivato il 23 dicembre scorso su 4 postazioni lungo la Milano-Bergamo, la Bologna-Padova e la Bologna-Ancona, nel corso del 2006 saranno resi operativi lungo la rete autostradale altri 50 punti di rilevamento.

Particolare attenzione è stata rivolta al fenomeno della guida in stato d’ebbrezza alcolica e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, mediante un uso diffuso di etilometri e strumenti precursori, che hanno consentito di ampliare la base dei controlli. Durante l’anno sono stati effettuati oltre 160 mila controlli con strumenti di verifica del tasso alcolemico - +32,5% rispetto al 2004 - che hanno consentito di individuare e sanzionare circa 22 mila conducenti in stato d’ebbrezza. Circa 1.500, invece, sono state le violazioni accertate per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Nello stesso periodo si è registrato un calo complessivo degli incidenti stradali del 7,2% rispetto al corrispondente periodo del 2004.

La diminuzione dei sinistri mortali è stata del 7,7%, con una riduzione delle vittime del 7,6% (260 persone decedute in meno), mentre quella degli incidenti con feriti del 7,8% (7.845 persone ferite in meno, pari al 7,6% circa). Quanto al controllo del traffico pesante la Polizia Stradale, nel periodo gennaio-agosto 2005, ha contestato oltre 420.000 violazioni a conducenti professionali di veicoli adibiti a trasporto merci e passeggeri. Sono poi proseguiti, in collaborazione con il personale del Dipartimento dei Trasporti Terrestri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, i servizi di controllo attuati con i Centri Mobili di Revisione, in dotazione a quel Dipartimento. Nei soli primi nove mesi del 2005 sono stati effettuati 775 servizi, prevalentemente in corrispondenza dei valichi di frontiera terrestre e dei porti, con l’impiego di 1917 pattuglie, che hanno controllato circa 10.500 veicoli pesanti - oltre il doppio di quelli controllati nello stesso periodo del 2004 -, ed accertato 10.759 infrazioni - 3.456 nel 2004.

 


Da “AGI” del 30 dicembre 2005

BARA SU FURGONE RIFIUTI, MULTA A EX "MUNICIPALIZZATA" 


 

Per illecito amministrativo la polizia stradale ha comminato una multa di 3.098 euro all’ex azienda municipale, che gestisce i servizi al cimitero dell’Aquila, per il trasporto di una bara con defunto su un furgoncino scoperto. Il servizio filmato era stato mandato in onda all’inizio del mese di dicembre dal Tg satirico di Canale %, "Striscia la notizia". La violazione, secondo quanto accertato dalla polizia stradale, era avvenuta il 21 novembre scorso, nel tragitto compreso tra i cancelli secondari del Cimitero dell’Aquila e su via della Polveriera. Il furgoncino utilizzato per il trasporto della bara con defunto era del tipo di quelli usati per il prelievo dei rifiuti urbani. All’ex azienda municipalizzata la polizia stradale ha contestato un illecito amministrativo per violazione dell’articolo 358 del testo Unico delle Leggi sanitarie e del Dpr n. 285/90 poiché il veicolo era sprovvisto della prescritta dichiarazione di idoneità.

 


Da “Il Messaggero”  del 30 dicembre 2005

Aprivano le lettere e rubavano gli assegni: arrestati due postini


 

Due dipendenti di un ufficio postale di Roma sono stati arrestati dalla Stradale di Frosinone con l’accusa di peculato. Secondo gli agenti i due avrebbero rubato assegni per poi rivenderli alla camorra. I poliziotti hanno fermato i due campani (Giovanni A., di 43 anni, di Afragola e Antonio D.A., di 53, di Sant’Antonio Abate) nei paesi di origine. Secondo gli inquirenti i due, approfittando della loro mansione di impiegati nell’Ufficio smistamento centrale di Roma, aprivano le raccomandate e rubavano gli assegni non trasferibili delle compagnie assicurative. Poi, una volta a Napoli cedevano i titoli di credito ai ricettatori ottenendo in cambio una piccola percentuale in contanti. L’organizzazione criminale successivamente cambiava gli assegni utilizzando documenti falsi. Al momento dell’arresto i poliziotti hanno trovato assegni non trasferibili per oltre 15mila euro.

 


Da “ANSA” del 30 dicembre 2005

Ubriaco guida contromano per 26 km

Polstrada blocca milanese su Autobrennero, nessun incidente


 

BOLZANO - Ha guidato ubriaco contromano per 26 chilometri sull’autostrada del Brennero e solo per fortuna non ha causato incidenti. Un milanese di 33 anni e’ stato fermato dalla Polstrada nei pressi di Egna e al controllo dell’alcol il tasso era di 1.44 contro il massimo di 0.5 fissato dalla legge. L’allarme e’ stato dato da un guidatore che, in stato di shock, ha telefonato alla Stradale raccontando di avere appena schivato la Fiat ’Bravo’ del milanese che viaggiava contromano.


Sabato, 31 Dicembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK