Domenica 16 Febbraio 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 19/08/2010

Sessanta Tutor spenti perché non adeguatamente segnalati
Le indicazioni a meno di un chilometro dal dispositivo

I sistemi momentaneamente in “stand by” installati dove vigono limiti di velocità differenziati e inferiori ai 130 km/h

(ASAPS), 19 agosto 2010 – Sessanta Tutor spenti perché non in regola con il nuovo Codice della Strada. Infatti, in base alla recentissima riforma del Codice, sessanta sistemi di rilevazione media di velocità non sarebbero adeguatamente segnalati. Il testo modificato parla di segnalazione  del misuratore di velocità, in questo caso il Tutor, ad almeno un chilometro dal limite. Bisogna specificare, però, che gli apparecchi momentaneamente “fuori uso” sono quelli in funzione  nei tratti autostradali dove vigono limiti di velocità differenziati e inferiori a quello standard dei 130 km/h. Inoltre, lo “stand by” ha coinvolto solo una minima parte di apparecchi in funzione sull’intera rete autostradale. Infatti le telecamere del Tutor controllano circa 270 tratti di autostrada. Dal 13 agosto, giorno in cui è entrato in vigore il testo modificato, anche ogni impianto fisso per il rilevamento della velocità deve essere segnalato e posizionato quindi ad almeno 1 km dall’inizio del limite, questo per consentire agli automobilisti di adeguare la velocità meno repentinamente, e di conseguenza, meno pericolosamente. In poche settimane il sistema sarà regolarizzato e i 60 Tutor spenti si riaccenderanno. (ASAPS)

Giovedì, 19 Agosto 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK