Domenica 09 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Furti veicoli 01/11/2009

Provincia di Forlì - Cesena - Furti auto in netto calo. 288 macchine rubate - 24,6% , un dato migliore di quello nazionale -16%

Se ne ritrova il 77%

Notizie positive sul versante criminale dei furti auto nella provincia di Forlì-Cesena nel 2008. Di fronte ad un calo generale dei furti di vetture a livello nazionale passati da 166.216 a 139.687 pari a -16%, la nostra provincia fa segnare risultati ancora migliori, è quanto emerge da un servizio de il Centauro di ottobre, la rivista ufficiale dell’Asaps.
Nella provincia di Forlì - Cesena la lancetta dei furti di auto nel 2008 si è fermata a quota 288 contro i 382 veicoli che erano stati rubati nel 2007. Il calo secco è di 94 vetture in meno pari a una bella percentuale di -24,6%, decisamente migliore del dato nazionale.
Per altro nella provincia si segnala bel tempo anche per i rinvenimenti. Infatti sono stati ritrovati 237 veicoli, una percentuale record dell’82%, molto superiore a quella regionale (con dati comunque positivi ) dove sono stati rubati 5.141 veicoli (- 22,9%) e ne sono stati rinvenuti 3.777, pari al 73% e a quella nazionale che si ferma al 49%.
Ovviamente i dati dei rinvenimenti non sono esattamente sovrapponibili a quelli dei furti. In quanto può capitare che una vettura rubata a Ravenna o a Rimini sia poi rinvenuta nella provincia di Forlì - Cesena o viceversa.
Ci piace sottolineare che nel 2005 i furti erano stati 454 e nel 2006 425.
Se ne può ricavare un elemento valutativo. Può darsi che nella provincia si consumino molti furti d’uso. La vettura viene rubata e poi dopo l’utilizzo (e spesso la consumazione di altri reati) viene abbandonata.
Certo a questo risultato si è arrivati grazie all’affinamento dei sistemi antifurto elettronici e meccanici, ma lasciateci dare un po’ di merito anche alle nostre forze dell’ordine.

Forlì, lì 1.10.2009


Giordano Biserni
Presidente Asaps

© asaps.it
Domenica, 01 Novembre 2009
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK