Sabato 08 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 25/11/2010

Ha compiuto 10 anni il Progetto Icaro, la campagna di prevenzione dell’incidentalità stradale realizzata dalla Polizia di Stato e dalla Fondazione Ania

Il progetto che aiuta i giovani ad affrontare l’emergenza sicurezza sarà esportato anche in Europa

La locandina del progetto Icaro

(ASAPS), 25 novembre 2010 - Ha festeggiato il suo decimo anno di vita all’Auditorium Parco della Musica di Roma il “Progetto Icaro” la campagna di sicurezza stradale realizzata dalla Polizia di Stato e dalla Fondazione Ania con il sostegno del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e la collaborazione del dipartimento di Psicologia dell’Università "La Sapienza" di Roma e del Moige.
Alla festa fatta di musica e divertimento ma anche ricca di spunti di riflessione sulle regole della strada, hanno preso parte circa 800 studenti e il capo della Polizia Antonio Manganelli che ha sottolineato come la sfida della sicurezza stradale possa essere vinta grazie al contributo dei giovani. C’è infatti un dato allarmante che emerge dalle statistiche, ed è quello secondo il quale la prima causa di morte tra i giovani sotto i 30 anni è rappresentata dagli incidenti stradali, anche se il numero dei decessi in questa fascia d’età è in calo.
L’iniziativa Icaro infatti è riuscita nel corso degli anni a mettere intorno ad un tavolo di lavoro un numero enorme di partner, con il risultato di realizzare davvero qualcosa di concreto e duraturo. Come ha confermato anche Roberto Sgalla, direttore del servizio di Polizia Stradale, i dati sulla diminuzione degli incidenti dimostrano che nell’ultimo quinquennio le vittime under 29 sono scese del 31% tuttavia nel 2009 a perdere la vita sono stati oltre 4200 ragazzi.
La credibilità acquisita nel tempo e i risultati realizzati nel corso degli anni hanno permesso al Progetto di diventare un esempio virtuoso da esportare in altri paesi 13 Paesi del vecchio continente.
Alla festa di ieri, in cui sono stati premiati anche gli spot sulla sicurezza realizzati dai ragazzi  delle scuole di tutta Italia, ha partecipato, fra gli altri, anche il cantautore Mogol che ha fatto un clamoroso mea culpa, in merito alla celebre frase "Guidare a fari spenti nella notte, per scoprire se poi è davvero così difficile morire...", infilata fra le righe del testo  della canzone “Emozioni” portata al successo da Lucio Battisti. L’autore ha infatti spiegato di essere pentito di aver scritto quelle parole e che oggi non lo farebbe più al solo pensiero che qualcuno possa realmente compiere un gesto così sconsiderato sulla strada. (ASAPS)

Ecco tutti i premiati

SCUOLE MEDIE
Primo classificato
Istituto comprensivo di Oppeano (Verona), Via A. Moro, 12 con lo spot “Educazione stradale…in corridoio” realizzato dagli alunni Michele Bonfanti, Nicola Danzi, Suad Garipi, Thomas Fabricci della classe 2A. Insegnante prof. Alberto Beozzi;

Secondo classificato
Istituto comprensivo della Scuola dell’Infanzia Secondaria di I grado “Mazzini” P.zza Moro di Minervino Murge (BA) con il brano musicale “Guida Rap” degli alunni Francesca de Ruvo, Giuseppina Di Noia, Vittoria Dragone, Maddalena Tancorre. Insegnante prof.ssa Maria Laura Mancini.

Terzo classificato
Scuola Secondaria di I grado “S. Orsola” di Guastalla (Reggio Emilia) Via Timavo 21 con la vignetta “Sete di vita” realizzato dagli alunni Massimo Poletti, Guido Gallusi, Giovanni Rodella, Daniele Iemmi. Insegnanti prof.ssa Patrizia Bezzi e prof.ssa Anna Coser.  

SCUOLE SUPERIORI
Primo classificato
Istituto Tecnico “M. Bellisario”, Via della Pace di Ginosa (Taranto) con lo spot “Gli scacchi” realizzato dagli studenti Nikolas Donno, Damiano Tratta, Saverio Costantino, Michelangelo Calabria della classe 4H. Insegnante prof.ssa Lucia Santantonio;

Secondo classificato ex aequo
Liceo Scientifico Statale “A. Volta” Viale Piacenza, 28 di Riccione (Rimini) con lo spot “Le 7 vite di un gatto” realizzato dagli studenti Antonio Mascoli, Angela Picillo, Sara Righetti, Giacomo Balducci, Wendy Hurtado della classe 2F. Insegnante prof.ssa Roberta Gandini;

Istituto professionale di Stato “Luigi Einaudi” Via Savonarola 32 di Ferrara con lo spot  “Non dimenticarti” realizzato dagli studenti Alessio Alberghino, Giulia Pizzinardi, Iacopo Incerpi, Federico Dani della classe 5P. Insegnante prof. Pietro Benedetti;

Terzo classificato ex aequo
Istituto Professionale di Stato per i servizi alberghieri e della ristorazione “Pellegrino Artusi” Via Tarlombani, 7 di Riolo Terme (Ravenna) con lo spot “Easy Rider” degli studenti Samantha Graziani, Leandro Morara e Tarozzi Patrick insegnante prof.ssa Sabrina Ancarani;

Istituto Professionale di Stato “Magni” di Borgosesia (Vercelli) con il brano musicale “Non perderti mentre guidi” realizzato dagli studenti Davide Mastrianni, Claudio Favonio e Zakaria Benzrioual. Insegnante prof.ssa Luisella Ferraris.

MENZIONE SPECIALE
Istituto tecnico industriale statale “A. Avogadro” C.so San Maurizio, 8 di Torino

Istituto statale d’arte “Bernardino di Betto” Via Canali, 27 di Perugia

 

Giovedì, 25 Novembre 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK