Martedì 16 Agosto 2022
area riservata
ASAPS.it su
Circolari 03/02/2005

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Immatricolazione di veicoli di fine serie a norma del comma 2, lettera b), dell’art. 8, D.M. 8 maggio 1995 e successive integrazioni; prima immatricolazione, a far data dal 04/02/2005, dei veicoli non conformi alla direttiva n. 2001/43/CE (pneumatici)

Circolare Prot. MOT3/617/M361 del 01/02/2005

Circolare Prot. MOT3/617/M361 del 01/02/2005
emessa da: Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

Immatricolazione di veicoli di fine serie a norma del comma 2, lettera b), dell’art. 8, D.M. 8 maggio 1995 e successive integrazioni; prima immatricolazione, a far data dal 04/02/2005, dei veicoli non conformi alla direttiva n. 2001/43/CE (pneumatici) 

da "Ministero delle infrastrutture e dei trasporti"

 

Dal 4 febbraio 2005, data di entrata in vigore della direttiva citata in oggetto, decorre l’obbligo per la prima immatricolazione di talune categorie di veicoli,di rispondenza alle direttive medesime.
Ciò premesso, e sulla base di quanto di seguito riportato, si consente l’immatricolazione in deroga dei veicoli omologati non conformi alla direttiva sopra indicata secondo la procedura di “fine serie” adottando il criterio previsto nell’allegato XII alla Direttiva 2001/116/CE parte B, punto 2 .
La deroga è operante per un periodo massimo, a decorrere dal 4 febbraio 2005, di dodici mesi per i veicoli completi e di diciotto mesi per i veicoli da allestire.
Si precisa, inoltre, che le deroghe ottenute dall’autotelaio sono operanti per il veicolo completato in unico esemplare, purché l’autotelaio non abbia subito trasformazioni tali da configurare un nuovo tipo di veicolo ai fini delle direttive in questione.
In merito a quanto sopra, questa Sede si riserva la possibilità di effettuare eventuali controlli.
Si allega inoltre un elenco con l’indicazione delle Case costruttrici che hanno presentato , a questo Ufficio, le domande di deroga di cui sopra.


IL DIRETTORE GENERALE
(dott. ing. Sergio DONDOLINI
)

Circolare Prot. MOT3/617/M361 del 01/02/2005


DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI

Direzione generale per la Motorizzazione

Roma, 01/02/2005

PROT. N. 617 /M361

Allegati n. 1

Ai Signori Direttori dei S I I T

LORO SEDI

Agli Uffici Provinciali della M.C.T.C.

LORO SEDI

All’Assessorato ai Trasporti, Turismo e Comunicazioni della Regione Sicilia
Direzione Trasporti

Via Notarbartolo, 9

PALERMO

Alla Regione Siciliana
Assessorato Regionale
Turismo Commercio e Trasporti
Direzione Compartimentale Sicilia

Via Nicolò Garzilli, 34

PALERMO
Alla Provincia Autonoma di Trento
Servizio Comunicazioni e Trasporti
Motorizzazione Civile
Lungoadige S. Nicolò, 14 38100
TRENTO

Alla Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige

Rip.ne 38 - Traffico e Trasporto

Via Crispi, 8

BOLZANO

Al C.S.R.P.A.D.

ROMA

Ai C.P.A.

LORO SEDI

All’ANFIA

via Piemonte, 32 — ROMA

All’UNRAE

via Abruzzi, 25 — ROMA

OGGETTO: Immatricolazione di veicoli di fine serie a norma del comma 2, lettera b), dell’art. 8, D.M. 8 maggio 1995 e successive integrazioni; prima immatricolazione, a far data dal 04/02/2005, dei veicoli non conformi alla direttiva n. 2001/43/CE (pneumatici) .

Dal 4 febbraio 2005, data di entrata in vigore della direttiva citata in oggetto, decorre l’obbligo per la prima immatricolazione di talune categorie di veicoli,di rispondenza alle direttive medesime.

Ciò premesso, e sulla base di quanto di seguito riportato, si consente l’immatricolazione in deroga dei veicoli omologati non conformi alla direttiva sopra indicata secondo la procedura di "fine serie" adottando il criterio previsto nell’allegato XII alla Direttiva 2001/116/CE parte B, punto 2 .

La deroga è operante per un periodo massimo, a decorrere dal 4 febbraio 2005, di dodici mesi per i veicoli completi e di diciotto mesi per i veicoli da allestire.

Si precisa, inoltre, che le deroghe ottenute dall’autotelaio sono operanti per il veicolo completato in unico esemplare, purché l’autotelaio non abbia subito trasformazioni tali da configurare un nuovo tipo di veicolo ai fini delle direttive in questione.

In merito a quanto sopra, questa Sede si riserva la possibilità di effettuare eventuali controlli.

Si allega inoltre un elenco con l’indicazione delle Case costruttrici che hanno presentato , a questo Ufficio, le domande di deroga di cui sopra.

 

IL DIRETTORE GENERALE

(dott. ing. Sergio DONDOLINI)

 

DEROGA ALLA DIRETTIVA 2001/43/CE

PNEUMATICI 

 

 

COSTRUTTORE

MANDATARIO

ADAM OPEL AG

 

AIESISTEM S.N.C.

GENERAL MOTORS ITALIA S.R.L.

ANTEO 2000 S.R.L.

 

AUTOMOBILES PUGEOT

 

AUTOMOBILES CITROEN

PEUGEOT AUTOMOBILI ITALIA S.P.A.

AUDI AG

CITROEN ITALIA S.P.A.

ASTON MARTIN LAGONDA LTD

AUTOGERMA SPA

ARCA 2001 S.P.A.

CE.TO.C. SRL

AUTOVAZ

 

AUTOCARAVANS RIMOR S.P.A.

CENTRUS SRL

BERTOJA S.P.A.

 

BRENTA EUROINDUSTRIE S.P.A.

 

COMAI PICCOLA SOC. COOP. A.R.L.

 

C.T.B. S.N.C.

 

DAF TRUCK N.V.

 

DAIHATSU M.C.

DAF VEICOLI INDUSTRIALI S.P.A.

DAIMLERCHRYSLER AG

D.P.S. DAIHATSU PARTS SERVICE SRL

DAIMLERCHRYSLER CORPORATION

DAIMLERCHRYSLER ITALIA SPA

FORD WERKE A.G.

" "

FUJI HEAVY INDUSTRIES LTD

FORD ITALIA S.P.A.

GENERAL MOTORS CORPORATION

SUBARU ITALIA SPA

HONDA MOTOR CO. LTD

CADILLAC EUROPE B.V.

HONDA OF THE UK MANUFACTURING LTD

HONDA AUTOMOBILI ITALIA S.P.A.

JAGUAR CARS LTD

" "

IVECO MAGIRUS A.G.

JAUGUAR ITALIA SPA

IVECO S.P.A.

IVECO S.P.A.

I.V.R. S.R.L.

LAND ROVER ITALIA S.P.A.

LAND ROVER

MAZDA MOTOR ITALIA SPA

MAZDA MOTOR COMPANY

MG ROVER ITALIA SPA

MG ROVER GROUP

DAIMLERCHRYSLER ITALIA SPA

MERCEDES AMG GMBH

" "

MITSUBISHI FUSO TRUCK e BUS CORPORATION

NISSAN ITALIA SPA

NISSAN EUROPE S.A.S.

RENAULT ITALIA SPA

OMAR S.R.L.

RENAULT TRUK ITALIA S.P.A.

RENAULT SA

 

RENAULT VEHICULES

GENERAL MOTORS ITALIA SRL

RENZETTI MORENO E C. S.A.S.

CARROZZERIA OMNIBUS S.R.L.

SAAB AUTOMOBILE AB

AUTOGERMA SPA

SALVADOR CAETANO I.M. e VEIC. TRASP. SOC. ANON.

DAIMLERCHRYSLER ITALIA SPA

SEAT S.A.

GENERAL MOTORS ITALIA S.R.L.

SILVER CAR S.R.L.

 

SMART GMBH

 

SOVAB

 

SORA S.R.L.

AUTOGERMA S.P.A. 

SKODA AUTO A.S.

TOYOTA MOTOR ITALIA SPA

TOYOTA MOTOR CORPORATION

ARCA 2001 S.P.A.

T.M.T. COSTRUZIONI S.R.L.

CARROZZERIA OMNIBUS S.R.L.

TRIGANO VDL

AUTOGERMA SPA

TURRI & BOARI S.N.C.

VOLVO AUTO ITALIA SPA

UNIDAD DE VEHICULOS INDUSTRIALES S.A.

 

VOLKSWAGEN AG

 

VOLVO CAR CORPORATION

 


Giovedì, 03 Febbraio 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK