Lunedì 21 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 29/07/2005

E’ lecito l’uso del cellulare da parte dei tassisti?


Il Quesito del giorno

E’ lecito l’uso del cellulare da parte dei tassisti?

Spettabile Redazione,
sono un operatore di polizia ed ho contravvenzionato un tassista perché stava usando il cellulare ed ha presentato ricorso. Faccio presente che il tassista non dichiarava di essere in servizio, inoltre il tassametro non era inserito e a bordo non vi erano passeggeri; il veicolo era fornito di apparato ricetrasmittente funzionante dato che il tassista non dichiarava il contrario. All’atto della contestazione il tassista non giustificava l’uso del cellulare (ad es. per motivi di servizio o per rottura dell’apparato ricetrasmittente).
Nonostante il CdS preveda che i tassisti possano usare il cellulare (senza meglio specificare se in servizio o meno, se con veicolo con apparato ricetrasmittente o meno) ho degli estremi per controdedurre al ricorso? Vi sono delle sentenze in merito?

Lettera firmata


***



Il comma 2 dell’art. 173, nel prevedere che il conducente non può far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici (quindi, cellulari o anche radiotrasmittenti) o di cuffie sonore, esonera da questo divieto, fra gli altri, «... i conducenti dei veicoli adibiti ... al trasporto di persone in conto terzi.»
La deroga al divieto non sembra condizionata alla circostanza che il veicolo stia oppure no trasportando persone, che sia in servizio o meno, ma per il solo fatto che il mezzo sia destinato a quel particolare uso.
Si ritiene, pertanto, insussistente la contestazione e, come tale, andrebbe richiesta l’archiviazione del verbale di contestazione.
Non abbiamo conoscenza di specifiche pronunce di giurisprudenza sul punto
.





Venerdì, 29 Luglio 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK