Sabato 24 Agosto 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 01/03/2008

Morti in A27; cocaina in sangue camionista


Foto Blaco – archivio Asaps


(ANSA) - TREVISO, 29 FEB. - Sono state trovate tracce di cocaina nel sangue di Paolo Zanetti, il camionista milanese che lunedì sera sulla ’A27’ a Mogliano Veneto ha tamponato una colonna di veicoli provocando la morte di due automobilisti e
rimettendoci lui stesso la vita. La notizia, riportata oggi dal «Gazzettino», è confermata dal procuratore della Repubblica di Treviso Antonio Fojadelli, che precisa: «Attendiamo di conoscere in quale misura sia stata assunta la cocaina, anche se, ai fini della capacità di condurre un veicolo, nel caso degli stupefacenti non esistono limiti massimi tollerati dalla legge così come invece avviene per le sostanze alcoliche». Secondo il magistrato, l’assenza di segni di frenata sarebbe un elemento tale da supportare il sospetto di una forte alterazione psicofisica del camionista. «Chi si mette alla guida di un mezzo sotto l’effetto di droga – sottolinea Fojadelli – è comunque una persona che accetta il rischio di uccidere e quindi imputabile per omicidio volontario per dolo eventuale. Parliamo tanto di sicurezza ma raramente ci ricordiamo che chi guida un mezzo stradale ha in mano un’arma più pericolosa di un mitra. Ho lasciato che questa notizia uscisse nella speranza che serva da riflessione». (ANSA)


© asaps.it
Sabato, 01 Marzo 2008
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK