Sabato 16 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su

Massime di giurisprudenza - Frode in assicurazione - Polizza e contrassegno Falsificazione integrale - Configurabilità del reato - Esclusione - Falsità in scrittura privata Configurabilità - Sussistenza

(Cass. Pen., Sez. II, 22 marzo 2007, n. 12210)
In tema di reato di frode in assicurazione (art. 642 c.p.), l’integrale falsificazione della polizza e del contrassegno assicurativo, siccome impedisce l’instaurazione del rapporto tra l’autore della con­dotta tipica e la compagnia di assicurazione, rende l’azione inidonea a ledere il bene protetto dalla nor­ma incriminatrice predetta. La condotta di falsifi­cazione del contrassegno e della polizza può inte­grare la fattispecie di cui all’art. 485 C.p.


© asaps.it
Giovedì, 28 Febbraio 2008
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK